domenica 19 febbraio 2017

Montedison & Solvay. Prima sentenza in Appello per uno dei due processi gemelli di Spinetta Marengo e Bussi.

Erano state assolutorie entrambe le sentenze in primo grado. Ma l’Aquila ribalta la sentenza di Chieti e condanna gli amministratori. Avverso al tribunale di Alessandria, il PM in Appello a Torino chiede per gli stessi amministratori la condanna a 16 anni di reclusione. Ad Alessandria Lino Balza si dimette in polemica con la presidenza di Medicina democratica che non ricorre in Appello e danneggia le Vittime Parti civili: invece la scandalosa sentenza può essere capovolta senza incorrere nelle prescrizioni, e imponendo la bonifica.
Clicca qui il commento della Sezione di Medicina democratica di Alessandria.
Clicca qui Il Fatto Quotidiano “Discarica dei veleni, sentenza ribaltata: condannati in dieci”.
Clicca qui CorriereAl "Bussi e Spinetta processi gemelli"
Clicca qui La Repubblica “Bussi, disastro colposo aggravato: dieci condannati e risarcimento per 3,7 milioni di euro”.
Clicca qui Pennatagliente "Bussi e Spinetta processi gemelli"
Clicca qui Il Fatto “La corte d’appello: ci fu avvelenamento colposo delle acque”.
Clicca qui Alessandria Post "Lino Balza: Spinetta alla luce della sentenza di Bussi"
Clicca qui Il Corriere della Sera “Discarica di Bussi: sentenza capovolta in appello”
Clicca qui CorriereAl "Spinetta alla luce della sentenza di Bussi"
Clicca qui IlSole24Ore “Avvelenamento colposo, ribaltata la sentenza di I° grado sulla discarica dei veleni di Bussi”.
Clicca qui Agora Magazine "Bussi e Spinetta processi gemelli"
Clicca qui Il Messaggero "Bussi, 10 condanne per la discarica dei veleni"
Clicca qui Agipapress "Alessandria: Bussi e Spinetta processi gemelli"

sabato 18 febbraio 2017

L’Orologio dell’Apocalisse segna 2 minuti e mezzo alla Mezzanotte. Sono 15.000 le testate nel mondo. 4.500 di Usa, Russia e altri 7 Stati, pronte ad ogni «allarme».

Clicca qui Angelo Baracca su Il Manifesto.

Nella Terra dei Fuochi i bambini continuano a morire.

“Negli ultimi 20 giorni sono 8 i bambini morti di tumore. Questi bambini non riposeranno mai in pace. Per loro non c'è giustizia”. Avevano tutti tra i 7 mesi e gli 11 anni. E’ il grido di denuncia delle mamme aderenti al comitato "Vittime della terra dei fuochi" davanti alla prefettura di Napoli.
Clicca qui

giovedì 16 febbraio 2017

DuPont e Chemical pagano 670,7 milioni di dollari per il PFOA sversato nel fiume Ohio. E Solvay?

Solvay non ha sborsato una lira per il PFOA nel Bormida. Nemmeno per quello nel sangue dei lavoratori si sono occupati Asl, Comune e Tribunale, malgrado le nostre denunce. (Continua)

Ancora miasmi e odori a Predosa.

Intervenga l’ARPA. Clicca qui il Comitato Vivere a Predosa.

Come ridurre i consumi dell’energia che usiamo in casa, utilizzando incentivi e detrazioni fiscali.

Piccola guida. dell'Associazione di Promozione sociale Energia Felice, affiliata all’ARCI. Clicca qui.

La modernità e l’efficacia del sistema Braille.

Sono ulteriormente dimostrate dall’impiego sempre più ampio nell’àmbito delle tecnologie informatiche e digitali. (continua...)

Decima Giornata Mondiale delle Malattie Rare.

Dedicata quest’anno al tema “Con la ricerca le possibilità sono infinite”. (continua...)

Da Bosco Marengo cioccolato e caramelle al profumo di pollina.

Le cacche riciclate dei polli nel biodigestore accanto alla fabbrica di dolciumi.
Clicca qui Giampiero Carbone “Concime organico. Pronti alle barricate”.

mercoledì 15 febbraio 2017

Le lotte degli agricoltori per la biodiversità e contro gli inquinamenti industriali.


Convegno di Semingegno, Medicina democratica, Comitato degli agricoltori della Valle Bormida, Comitati di base della Valle Bormida, Sezzadio ambiente e Vivere a Predosa.
Leggi qui gli interventi di Lino Balza e Barbara Tartaglione.

 

martedì 14 febbraio 2017

Un appello all'Italia civile: sia riconosciuto il diritto di voto a tutte le persone che vivono in Italia.

All'appello "Una persona, un voto" hanno già espresso il loro sostegno innumerevoli persone, tra cui tra cui tra le prime:
padre Alex Zanotelli
Lidia Menapace, partigiana, femminista e senatrice emerita
Gianfranco Aldrovandi, del "Collettivo nonviolento uomo-ambiente"
Rocco Altieri, docente e saggista, direttore dei "Quaderni Satyagraha", Centro Gandhi
Simonetta Astigiano, biologa e ricercatrice
Lino Balza, ecologista
don Franco Barbero
Daniele Barbieri, blogger
Vittorio Bellavite, coordinatore nazionale di "Noi Siamo Chiesa"
(continua)
Per adesioni: centropacevt@gmail.com, crpviterbo@yahoo.it

È possibile narrare lotta NoTav ricostruendone l’epica e senza retorica.

Clicca qui Giuliano Santoro “I paradossi dell’alta velocità”

La petizione per vietare il glifosato e proteggere le persone e l'ambiente dai pesticidi tossici.

E’ iniziata la campagna europea per la raccolta delle firme per chiedere alla Commissione Europea di bandire il Glifosato, un potente erbicida che distrugge la nostra biodiversità e avvelena la catena alimentare. Clicca qui.

Così funziona la giustizia ambientale in Italia. Tutti assolti a Bussi. Ma la situazione è drammatica.

La sentenza del processo davanti alla Corte d'Assise di Chieti riguardante la mega discarica di Bussi ha assolto tutti i 19 amministratori della Montedison dal reato doloso di avvelenamento delle acque mentre quello di disastro ambientale è stato derubricato in colposo e, quindi, dichiarato prescritto. Nessun pericolo per la salute pubblica, secondo il tribunale. Invece gli ultimi 56 campionamenti dell’Agenzia regionale tutela ambiente misurano 20 parametri oltre i limiti di legge, la diossina tipo Seveso è 200 volte oltre i limiti sulle sponde del fiume Pescara, l’esacloroetano supera di 584 volte, il tetracloroetano di 1.740 volte, il mercurio è entrato nella catena alimentare. I veleni sono sprofondati nell’acqua di falda a 80 metri mentre nella Valle del Pescara vivono mezzo milione di persone. 

Il bando totale delle armi nucleari è l'obiettivo delle Reti internazionali pacifiste.

Clicca qui Alfonso Navarra che ci aggiorna sulle Petizioni, seguite al testo originario di Giorgio Nebbia con i contributi di Angelo Baracca e altri. Segue anche l’informazione di Elio Pagani su come si sta muovendo la Rete italiana disarmo.

Stop alla centrale elettrica per teleriscaldamento all'interno dell'ospedale di Asti.

Bloccata Iren dopo due anni di opposizione. Clicca qui Alessandro Mortarino.

A Nicotera è scoppiata la rivolta dell’acqua.

Nicotera, 6.300 abitanti, ha un problema con l'acqua. Il problema ha diverse facce, ma la prima è che dai rubinetti esce acqua inquinata.
Clicca qui Marina Forti.

domenica 12 febbraio 2017

Ospedali Psichiatrici Giudiziari: resta solo Barcellona Pozzo di Gotto (Messina).

Con la chiusura di Montelupo Fiorentino può aprirsi una fase nuova per il diritto alla salute mentale di tutte le persone, senza distinzioni, per sviluppare le misure di cure alternative alla detenzione prescritte dalla legge. (continua...)

Altra sentenza amianto scandalosa per la Fibronit di Broni (Pavia), un’altra strage impunita come per Eternit.

Condannato l’amministratore delegato a 4 anni e il direttore a 3 anni e 4 mesi. Risarcimento di circa 20mila euro ad appena 27 parti civili non cadute in prescrizione dei 280 imputabili su 400 casi di morte per tumore fra lavoratori e cittadini, anzi il PM aveva parlato durante il procedimento di almeno 700 persone colpite da mesotelioma pleurico. Ogni anno nella zona di Broni, città martire come Casale Monferrato, si contano circa 25 nuovi casi di mesotelioma pleurico, il picco nel 2025. Già 3.000 morti dagli anni ’70. Nel corso dei 13 anni, prescritto il reato di disastro ambientale doloso, è rimasto -per ora- solo quello di omicidio colposo plurimo. Degli altri 8 manager inizialmente coinvolti, 4 sono morti, 2 sono stati condannati nel rito abbreviato in primo grado a quattro anni di reclusione e poi assolti in Appello, 1 assolto e 1 improcessabile per motivi di salute.

sabato 11 febbraio 2017

Centrali nucleari in Europa sempre più vecchie sempre più rischiose. Esplodono.

 
Mentre la Germania le sta smantellando, gli altri se le tengono strette anche se a immediato rischio Fukushima: Belgio (Tihange), Svizzera (Beznau), Ucraina (Zaporizzja), Bulgaria (Kozloduy), Francia ( Fessenheim, Blayais, Bugey, Tricastin). Intanto in Francia esplode il reattore di nuova costruzione a Flamanville con tanto di intossicati, a 20 chilometri dal centro di trattamento delle scorie di La Hague; recenti due incendi a Cattenom. La Francia è, con il 14.9%, tra le ultime per le fonti rinnovabili.

Clicca qui Giorgio Ferrari “Energia atomica, il ferrovecchio che la Ue si ostina a tenere in vita”.

"Medicina democratica si divide" titola Il Manifesto.

In un articolo su Il Manifesto (clicca qui) e su gli altri giornali Barbara Tartaglione ha espresso il parere che la sentenza per Viareggio è “dignitosa ma insoddisfacente” mentre quella di Spinetta Marengo è “scandalosa”, ma ancora più scandaloso è che la presidenza di Medicina democratica l’abbia giudicata “soddisfacente” e non abbia fatto ricorso in appello a fianco del PM.

Il vicepresidente replica che (continua)

Introdurre nel codice penale il reato specifico di omicidio sul lavoro.

E’ la proposta di legge di Casson, Barozzino e Airaudo al Senato. D’accordissimo. Anche se non è che manchino le leggi in Italia, il problema è che la magistratura non le applica. Quando è dolo derubrica a colpa e quindi a prescrizione. Quando, come per l’ecocidio della Solvay di Spinetta Marengo, è “avvelenamento doloso della falda” (16 anni) derubrica a disastro colposo innominato (2 anni) ecc.

Clicca qui Riccardo Chiari “Omicidio sul lavoro. Nuovo reato contro le stragi bianche”.

Rita Rossa: per quanto tu ti creda assolta sarai per sempre coinvolta.

I NoTav Terzo Valico promettono boicottaggio elettorale alla coalizione della sindaco di Alessandria (clicca qui).

Iniziative NOTAV, Migranti, antifascismo, libero pensiero, Ocalan, Cavallerizza, rifiuti, cave e aggiornamenti.

Clicca qui Doriella e Renato dalla ValSusa con tutte le informazioni e gli appuntamenti.

Vogliamo Zero Epatite C.

La campagna di informazione e sensibilizzazione punta a diffondere la conoscenza sull’epatite C, sulle gravi conseguenze di essa e ancor più sulle nuove efficaci cure oggi disponibili (continua...)

È partita la sfida dei cittadini europei per dire Stop al glifosato, firma e diffondi!

Firma l'iniziativa europea contro il glifosato!

Le Linee guida per l'azione di Attac Italia.

Sono il frutto di una elaborazione prodotta dall'associazione e delineano gli assi dell'intervento di Attac Italia a livello nazionale e locale. Clicca qui.

martedì 7 febbraio 2017

A Visone (AL) il 12 febbraio: Semingegno, Comitato degli agricoltori della Valle Bormida, Sezzadio ambiente, Vivere a Predosa e Medicina democratica.

Convegno all’insegna della difesa della biodiversità. Promosso da un movimento “neorurale” che – tra campi, orti, giardini e balconi riadattati, in paese e in città – conta tre milioni di praticanti. Partecipato dai Comitati che lottano per la difesa del territorio dagli inquinamenti industriali.
Clicca qui il comunicato stampa.
Clicca qui Massimiliano Pettino "Scambia vita, un'agricoltura in difesa della biodiversità"

Affidamento a distanza delle famiglie dei detenuti politici in Turchia e Kurdistan.

Erano 12mila i prigionieri politici in Turchia, i gran parte Kurdi, prima del presunto colpo di stato a Erdogan (continua)

Perdita della patria potestà ai genitori che non vaccinano i figli.

Applicando l’art. 330 del Codice civile: lo propone Bruno Tinti che interviene nel dibattito. Clicca qui.

Questa volta l'esplosione della raffineria non ha inquinato l'aria.

Grazie alla forte pioggia… ha inquinato la falda. Tre scoppi da luglio all’Eni di Sannazzaro de’ Burgondi (Pavia). Ancora secretati dalla magistratura i rilievi Arpa di dicembre. Gli avvelenamenti, compresi gli sversamenti dell’oleodotto, si riversano in Piemonte: tortonese, Valle Scrivia.
Clicca qui Claudio Bressani “Dopo il rogo, divampa la polemica”.
Clicca qui Maria Teresa Marchese “Seri interrogativi su come viene gestita la sicurezza”

Missioni militari all’estero. Basta con le aggressioni.

La Legge quadro sulle missioni militari all’estero, entrata in vigore ufficialmente dallo scorso 31 dicembre, non rispetta la Costituzione. (Continua)

Programmate sette assemblee popolari: fermare il Tav Terzo Valico adesso, per non morire di amianto.


Assemblee nei tanti Comuni interessati dai cantieri del Terzo Valico e nei Comuni dove sono previste le cave di smaltimento dello smarino cancerogeno: parteciperanno medici, geologi, ingegneri e i famigliari delle vittime dell’amianto di Casale Monferrato...
Clicca qui in comunicato stampa.

Una carrozzina per svolgere attività agricole.

A trazione elettrica, attrezzata per poter spostarsi e accedere ai campi coltivati e per consentire a persone con disabilità motoria di svolgere in totale autonomia attività agricole, come il monitoraggio delle colture, la partecipazione attiva alle operazioni di raccolta, controllo e coordinamento tecnico-logistico (continua...)

Prima Giornata Nazionale contro Bullismo e Cyberbullismo.

Autismo a scuola: dalla conoscenza, alla relazione, alla prevenzione del bullismo (continua...)

A proposito della Giornata mondiale contro il cancro.

Sui media il governo ha parlato di prevenzione del cancro come fosse una questione di comportamenti individuali, evitando dunque la domanda: di chi è la responsabilità della diffusione del cancro? cosa si fa per risanare e quindi prevenire questa diffusione. Salvatore Palidda invece risponde riprendendo i concetti sviluppati nel Convegno di Genova, al quale ha partecipato la Sezione di Medicina democratica di Alessandria (clicca qui).
L'unica prospettiva di effettiva lotta contro i disastri sanitari-ambientali connessi a quelli economici è la lotta per il risanamento delle attività che producono nocività e delle devastazioni del territorio. (continua)

sabato 4 febbraio 2017

Alexandria Jurassic Park by Felix Borgoglio.

L’assoluta assenza di giovani rassicura un briciolo di speranza per il futuro.

Cosa fa la telefonia per le persone sorde, cieche totali e cieche parziali.

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha aggiornato le agevolazioni sulla telefonia divenute obsolete, alla luce dell’evoluzione tecnologica del mercato e della crescita esponenziale di servizi e applicazioni internet. (continua...)

Si può uccidere un figlio disabile?

Non penso, scrive Giuseppe Malafarina, che tale meccanismo di risposta di un genitore alla soluzione dei problemi del figlio si possa spiegare solo attraverso la sfiducia nella società. Ma la società non può permettersi di prestare il fianco alla creazione di un pensiero simile. (continua...)

giovedì 2 febbraio 2017

Se i giudici di Lucca fossero stati ad Alessandria, come sarebbe stata la sentenza Solvay.

La sentenza per il crimine ferroviario di Viareggio cambia la giurisprudenza italiana: vengono considerati responsabili anche gli amministratori delegati, non ci si ferma all’ultimo anello nella catena delle responsabilità. Anche la sentenza della Corte di assise di Alessandria avrebbe potuto cambiare la giurisprudenza italiana, condannando Cogliati & C. Invece non l’ha fatto, tant’è che il Pubblico Ministero è ricorso alla Corte di appello di Torino affinchè riformi la sentenza e condanni - per dolo- gli amministratori Solvay Cogliati & C. (continua)

Clicca qui il dispositivo della sentenza di Lucca.
Clicca qui il dispositivo della sentenza di Alessandria.
Clicca qui Il Manifesto "Sulla strage di Viareggio Medicina democratica si divide"
Clicca qui Alessandria Post
Clicca qui Il Piccolo "La sentenza di Viareggio e quella di Spinetta 'soddisfacenti'? 
Clicca qui Pennatagliente "Cos’hanno in comune le sentenze di Viareggio e Spinetta"
Clicca qui Partito Comunista dei Lavoratori “Il capitalismo assolve se stesso”.

Ecco "Tera e Aqua" di febbraio-marzo.

Cliccando qui: puoi leggere (e stamparti) il numero con articoli su inquinamento dell'aria, caccia, inceneritore, idro-centraline nei torrenti di montagna, Sacco di Mestre, ecc.

martedì 31 gennaio 2017

I volontari in Italia sono 7 milioni.

Intervengono in vari settori: dall’ambiente alla cultura al tempo libero all’assistenza sociale alla protezione civile alla salute eccetera. Anche noi di Medicina democratica diamo il nostro piccolo contributo.
Clicca qui, da La Stampa, uno studio dell’Istat.



Il veleno invisibile fa ammalare il Veneto mentre ad Alessandria miracolosamente no.

Miracolosamente? Ad Alessandria no solo perché Arpa e Asl non hanno fatto le indagini (o hanno taciuto i dati), indagini sulle acque e nel sangue che Medicina democratica aveva ufficialmente chiesto per il PFOA della Solvay di Spinetta Marengo, omissioni di indagini che sia il Comune sia la Magistratura hanno ignorato. Occhio non vede, cuore non duole. E i partiti alessandrini di cosa si occupano? di occupare le sedie nelle imminenti elezioni?

Clicca qui Andrea Tornago “Pfas il veleno invisibile che fa ammalare il Veneto. L’ultimo studio epidemiologico: le patologie che colpiscono donne incinte e neonati hanno numeri allarmanti. Le persone contaminate sarebbero più di 250mila”

Allarme M5Stelle sulle minacce per la salute a Tortona. Accuse per la mancata conclusione dell'indagine epidemiologica promossa dall'Osservatorio ambientale comunale.

Troppi gli episodi su cui non si sono fornite informazioni adeguate nè sviluppate azioni concrete: incendio raffineria Sannazzaro de' Burgondi, sversamento idrocarburi oleodotto Eni, rifiuti a Castello Armellino, bidoni tossici interrati a Cadano Scrivia, smog urbano oltre ogni limite. Fondamentale è concludere l’indagine epidemiologica.Clicca qui Stefano Brocchetti “Emergenza ambientale, sono troppi i casi sorti nel Tortonese. Interpellanza dei consiglieri M5s” 

Basta ridurre le diseguaglianze per un capitalismo dal volto umano?

Da una parte, gli otto uomini più ricchi del mondo. Dall'altra, 3,6 miliardi di poveri Questi otto signori detengono tutti assieme un patrimonio di 426 miliardi di dollari. La metà più povera dell'intera popolazione mondiale arriva a possedere appena lo 0,25% di tutta la ricchezza disponibile, stimata in 255 mila miliardi. La parte che rappresenta solo l'1% dell'umanità detiene più ricchezza che tutto il resto della popolazione mondiale messa assieme.
Clicca qui Diego Cruz

Assurdo titolo e articolo de Il Piccolo sul nucleare a Bosco Marengo.

La realtà è che il sito di Alessandria non è per niente bonificato bensì a rischio di catastrofe nucleare in quanto “ospita” il deposito nucleare dopo lo smantellamento dell’impianto e in attesa del rientro di altro materiale radioattivo dall’estero, e sempre che non sia anche individuato con Saluggia fra i “Depositi nazionali” definitivi.

Clicca qui Daniela Terragni “Ex Fn, il 2017 l’anno buono per ‘spegnere’ gli impianti. Bosco Marengo primo impianto bonificato da Sogin”.

Assemblea della Rete a Tutela dell'Acqua del Centro Sud Italia.

Per denunciare e bloccare la privatizzazione delle fonti idriche del Mezzogiorno d'Italia: clicca qui il documento.

San Valentino. Regali d’amore creati da persone con disabilità.

Tramite “E-Anffas”, la piattaforma di e-commerce solidale dell’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con disabilità Intellettiva e/o Relazionale). In tal modo si contribuirà anche a incoraggiare la creatività, la competenza artistica e artigianale delle persone con disabilità, incentivando al tempo stesso modelli di attività lavorative autopromosse e autosostenute (continua...)

Non è civiltà quella che prevede di ammalarsi e morire perché si respira.

Difendiamoci dall’inquinamento della Valle Padania partecipando a queste due petizioni:
Appello al presidente della Repubblica clicca qui.
Petizione ai Presidenti delle Regioni della Valle padana clicca qui.
Intanto, su input di “AmbienteScienze” di Cremona, si sta avviando una iniziativa nazionale, alla quale anche noi aderiamo, col titolo “RiambientiAMOci”, il cui logo è quasi pronto e il suo blog, www.riambientiamoci.it è in fase di costruzione.
Clicca qui Luca Mercalli "Smog nelle città è già allarme"
Clicca qui Valentina Frezzato "resta alta l'allerta per le PM10"

sabato 28 gennaio 2017

Nel giorno della memoria non dimentichiamo il massacro di Sabra e Shatila.

Compiuto dalle Falangi libanesi e dall'Esercito del Libano del Sud, con la complicità dell'esercito israeliano, di 3.500 civili palestinesi e sciiti libanesi nel quartiere di Sabra e nel campo profughi di Shatila, alla periferia di Beirut. A 35 anni dall’eccidio, clicca qui la testimonianza del professor Aldo Morrone nel campo profughi dove stanno oltre 25.000 persone malate e denutrite. Chi volesse sottoscrivere una donazione ai profughi clicchi qui.

Votate il Premio Attila 2016 con voto via mail a b.tartaglione@tiscali.it o su Pagina Facebook o su Gruppo Facebook o via telefono al 3470182679.

 
Premio Attila Alessandria 2016
 
Ad imperitura memoria dei nostri figli peggiori
 
Sul nostro Blog, nella sezione Argomenti (clicca qui) trovate le biografie dei vincitori dell’ambito premio. Quando si è interrotta la sagra della corte dei Gavio, trionfante con i Premi Attila Marcellino Gavio, Fabrizio Palenzona e Bruno Binasco, sono subentrati Angelo Riccoboni e Carlo Cogliati quali grandi benemeriti della salute e dell’ambiente. L’anno scorso, per la prima volta il Premio non è stato assegnato ad un singolo bensì ad un soggetto collettivo: il Tribunale di Alessandria (clicca qui) distintosi per i processi Michelin Amag Fabbricazioni Nucleari Lazzaro Italsider Ilva Smog Sindaco, e soprattutto con la sentenza Solvay della Corte di Assise che assolvendo il Premio Attila Carlo Cogliati & C. ha condannato le vittime passate e future dell’ecocidio di Spinetta Marengo.

Il voto con mail a b.tartaglione@tiscali.it o su Pagina Facebook (clicca qui) o su Gruppo Facebook (clicca qui) o via telefono al 3470182679, deve pervenire entro e non oltre le ore 24 del 14 febbraio 2017, possibilmente accompagnato dalle motivazioni di merito.

venerdì 27 gennaio 2017

Giovani in cerca di occupazione: fate i politici!

Lo stipendio della sindaco di Alessandria è di 2.900 euro netti al mese. Se alle prossime elezioni ritornerà (come sembra assai probabile, anzi auspicabile per noi ambientalisti) al solo insegnamento, si dovrà accontentare di meno della metà. Lei, che è all’ultimo posto in classifica de IlSole24Ore fra tutti i sindaci italiani, reputa che sia giusto perfino aumentarselo pur avendo dichiarato lo stato di dissesto del Comune. Anche le indennità degli assessori sono da leccarsi le dita, allettanti per mettersi in aspettativa o raddoppiare la pensione.

Clicca qui Valentina Frezzato “Aumento dell’indennità? Chi fa politica va pagato”.
Visibile soddisfazione per aver trovato in bilancio 210mila euro per le indennità.

Le giovani generazioni sono tagliate fuori dal futuro.

Aumentano i disoccupati fra i giovani, si alza a 34 anni la soglia del lavoro stabile, svanisce il traguardo di una pensione dignitosa. Tasso di disoccupazione giovanile sopra il 40%, il doppio della media europea. Per gli occupati under 34 anni: redditi netti più bassi, media nord-sud attorno ai 1.000 euro.

Ci sono città che combattono lo smog e altre che fanno finta.

I giorni di sforamenti dei limiti massimi per le pm10 vanno da 3 a 6 per Biella, Cuneo, Novara, Cesena. Invece dall’inizio dell’anno le polveri sottili hanno sforato nell’80% dei giorni a Cremona, nel 76% a Torino, nel 60% a Reggio Emilia, Padova, Vicenza e Alessandria. Alessandria è il tipico esempio di sindaco che emette finte ordinanze anti smog: clicca qui Valentina Frezzato: “La lotta anti-smog a giorni alterni”.

Con i nuovi parametri LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) il governo garantisce l’assistenza per patologie prima non previste. Una grande bugia. Clicca qui il Partito Comunista dei Lavoratori “La truffa dei nuovi LEA”.

La truffa dei nuovi LEA (continua)

Due provvedimenti indispensabili per far cessare le stragi nel Mediterraneo e la schiavitù in Italia.

Riconoscere a tutti gli esseri umani il diritto di giungere nel nostro paese in modo legale e sicuro; riconoscere il diritto di voto a tutte le persone che vivono nel nostro paese.
Clicca qui l’appello a cui abbiamo aderito.

22mila bambini al giorno spariscono, in gran parte finiscono nelle mani dei mercanti di organi.

Lo afferma Ida Magli, la grande antropologa, nel suo libro I figli dell’uomo - Duemila anni di mito dell’infanzia. (continua)

Petizione contro un nuovo Editto delle Chiudende.

Le terre a uso civico, boschi pascoli coste terreni agricoli, riguardano almeno un sesto della Sardegna e sono patrimonio delle singole collettività: devono essere tutelate e fruite nel rispetto delle caratteristiche ambientali e territoriali. Difendere i demani civici è una scelta di civiltà (continua)

ADOTTA LO STRISCIONE!

I Comitati di Base della Valle Bormida aspettano il tuo slogan in difesa della Falda Acquifera! Con i più belli saranno realizzati striscioni che saranno consegnati direttamente a casa tua pronti per essere esposti! Dal 13 febbraio ogni giorno pubblicheranno le foto degli striscioni realizzati. Compila il FORM che trovi al seguente Link.

Clicca qui il video "Adotta uno striscione"

Tutelare il territorio, tagliare le spese militari.

Un appello da diffondere, firmato da Giorgio Nebbia e altri studiosi impegnati nella difesa dell' ambiente. Clicca qui.

Trasformare l'Olocausto in una risorsa politica serve ad Israele in primo luogo nella lotta contro i palestinesi.

Quando su un piatto della bilancia c'è l'Olocausto, insieme alla coscienza (giustamente) colpevole dell'Occidente, l'espulsione dei palestinesi dalla loro terra, nel '48, è minimizzata ed offuscata ... Separare il genocidio del popolo ebraico dal contesto storico del nazismo e dal suo scopo di uccidere e soggiogare, e dalla serie di genocidi perpetrati dall'uomo bianco fuori d'Europa, ha creato una gerarchia fra le vittime, in cima alle quali stiamo noi. I ricercatori sull'Olocausto e l'antisemitismo cercano balbettando le parole, quando a Hebron lo stato porta avanti la pulizia etnica tramite i propri emissari, i coloni, e ignorano le enclave ed il regime di separazione che sta instaurando. Si denuncia come antisemita, se non come negatore dell'Olocausto, chiunque critica le politiche israeliane verso i palestinesi “. (Amira Hass, giornalista israeliana)

Campagna "Oltre le sbarre" - solidarietà concreta alle famiglie dei detenuti politici in Turchia e in Kurdistan.

Adottare a distanza significa dare un aiuto concreto alle vittime della repressione, alle famiglie dei detenuti di sostenere l'emergenza. (continua)

Il 27 gennaio di ogni anno.

Il 27 gennaio di ogni anno, a partire dal 1945, si ricordano le vittime della shoà: ebrei, omosessuali, zingari e avversari politici che furono imprigionati nei campi di concentramento nazisti. Parecchi di loro perirono di stenti e di angherie, di esperimenti medici disumani, di fame…


Il fermo nucleare francese danneggia l' Italia e torna il carbone a scapito delle fonti rinnovabili.

Tra carbone e rinnovabili si torna al punto di prima, con buona pace per la vista sul porto da Sampierdarena, per chi vuole continuare a trivellare in mare, per A2A che brucia lignite in Montenegro, per le nostre bollette in aumento e per l’accordo per la riduzione di emissioni di anidride carbonica COP21, che recentemente è andato in vigore anche con l’approvazione di governo e parlamento italiani.

Clicca qui Mario Agostinelli.

domenica 22 gennaio 2017

La lotta costituzionale del movimento per l’acqua.

In occasione dell'assemblea nazionale dei comitati per il No alla riforma costituzionale, una presa di posizione del Forum italiano dei Movimenti per l’acqua. Clicca qui.

ILVA footbal club.

Nel libro di Fulvio Colucci, vincitore del Premio Ilaria Alpi ’95, la storia della squadra di calcio del quartiere Tamburi a ridosso dell’Ilva di Taranto sterminata dall’inquinamento.
Clicca qui la presentazione del libro a Savona.

sabato 21 gennaio 2017

Il riscaldamento globale è provocato dall'uomo e non da eventi naturali.

Basta una occhiata al famoso grafico realizzato nel 1998 da Mann, Bradley e Hughes, semplice ma frutto di rilievi e calcoli molto complessi. E’ evidente l’impennata del riscaldamento dall’inizio della Rivoluzione industriale. L’anidride carbonica, responsabile di oltre il 63% del riscaldamento globale, ha una concentrazione nell’atmosfera che supera il 40% dei livelli precedenti l’era industriale.

Esposto alla Procura contro il bypass Tav Terzo Valico di Pontedecimo.

Il viadotto riduce l’alveo del torrente e si pone al di fuori delle norme di sicurezza idrogeologica e antisismica.
Clicca qui il Movimento NoTav Terzo Valico.

In difesa della biodiversità il 12 febbraio a Visone.

Con: Semingegno gruppo di promozione della biodiversità, Comitato degli Agricoltori della Valle Bormida, Comitati di Base della Valle Bormida, Sezzadio Ambiente, Vivere a Predosa e la sezione  di Alessandria di Medicina democratica, clicca qui.

Come veramente possono intervenire i Servizi Psichiatrici quando è compromessa seriamente la Salute Mentale della persona?

La domanda cruciale è posta da Diritti senza barriere, Associazione per la difesa ad oltranza della Sanità Pubblica della quale la Salute Mentale è Cenerentola. Clicca qui.

Diritti senza barriere contesta Maurizio Landini per la firma sul Contratto.

L'art. 16 Assistenza Sanitaria Integrativa è una ulteriore spinta propulsiva alla svendita della Sanità Pubblica continua

venerdì 20 gennaio 2017

Presentato in Veneto il Piano di sorveglianza sulla popolazione esposta al Pfoa. Nulla ad Alessandria.

La Regione Veneto ha presentato il cosiddetto "Piano di sorveglianza sulla popolazione esposta alle sostanze perfluoroalchiliche", uno dei due strumenti che, assieme al "Piano di campionamento per il monitoraggio degli alimenti in relazione alla contaminazione da sostanze perfluoroalchiliche.Si pone come obiettivo di capire quanti danni abbiano fatto all'ambiente complessivo e alle persone, e quali cure e attenzione siano necessarie.

Clicca qui  Quotidiano Sanità "Pfas. Per i neonati più rischio malformazioni. Lo studio del Veneto scuote la politica"
Clicca qui Il Mattino di Padova "Esami del sangue per diecimila persone"

A Rosignano Solvay 120 decessi per cardiopatia ischemica, 62 decessi per malattie cerebro vascolari, 47 decessi per malattie di Alzheimer in più rispetto alla media della Toscana.

Serve indagare sulle cause di tutto questo.
Clicca qui Qui news Cecina "Troppe malattie nel nostro territorio"
Clicca qui Il Tirreno "Per le malattie cardiache analizzare l’inquinamento"

Tav Terzo Valico tra continui scandali.

Dopo due anni di continui scandali possiamo ormai dirci la grande opera più famosa d’Italia. Un risultato prestigioso di cui la politica locale non può che andar fiera: gli altri paeselli per andare sul nazionale devono aspettare Linea Verde, noi invece siamo presenti con grande continuità nella cronaca giudiziaria. Abbiamo superato in quanto a inchieste il cantiere di Chiomonte… (continua)

Medicina narrativa, per curare la persona e non solo la malattia.

La medicina narrativa integra la medicina basata sulle prove di efficacia, con le esperienze, il vissuto e le aspettative del paziente, per favorire un percorso di cura personalizzato e condiviso, a partire da tutte le opzioni terapeutiche disponibili. (continua...)

Medicina democratica deve innanzi tutti ricordare Gabriella Bertini, eroina disabile, donna speciale.

Se l’Unità Spinale è stata il suo più grande successo, non vanno dimenticate le altre campagne di sensibilizzazione che la videro protagonista: barriere architettoniche, lavoro, vita indipendente.
Contribuì alla nascita del CIVIC (Centro Internazionale Vacanza e Incontri Culturali) sull’handicap, e fu tra le fondatrici di Medicina Democratica, movimento di lotta per la salute. Fu inoltre grazie a lei e alle testimonianze di uomini e donne paraplegici, che alla fine degli Anni Settanta si iniziò a parlare di sessualità e disabilità. Gabriella ci ha lasciati nell’aprile del 2015 con un progetto nel cassetto: “Casa Gabriella”, una struttura adiacente al CTO di Firenze che completerebbe il percorso terapeutico dell’Unità spinale: un luogo destinato al recupero e al mantenimento, in grado di accompagnare le persone con paraplegia e tetraplegia nell’arco di tutta l’esistenza, fino al naturale invecchiamento, quando è difficile trovare assistenza sanitaria specializzata nelle normali case di riposo. (continua...)

Clicca qui il libro "E' tempo di travasare i sogni"

giovedì 19 gennaio 2017

Centrale Enel di Porto Tolle. Un altro capitolo da aggiungere al libro "Ambiente Delitto Perfetto".

Ennesima sentenza contro l’ambiente. Questa volta nel Polesine, nell’area protetta del Parco regionale del Delta del Po. “Il fatto non sussiste”: i fumi color solforoso rosa della più alta ciminiera d’Italia, visibili dall’Istria e dall’Emilia, non sussistono.

Clicca qui Jacopo Giliberti “Porto Tolle: assolti in appello Conti, Scaroni e Tatò”. 

Contro la riapertura della centrale Enel di Sampierdarena.

Il circolo Nuova Ecologia Legambiente ha organizzato un presidio di protesta a San Benigno : “Dopo che abbiamo combattuto vent'anni perché potesse chiudere questa centrale, assieme ai campi di carbone che ha intorno e che contribuiscono a circa il 20% del particolato, una riapertura è intollerabile”.

Clicca qui Massimo Minella “Carbone, in arrivo la prima nave. Riapre la centrale”

Decreto Legislativo sull’inclusione scolastica degli studenti con disabilità.

Auspicandone costruttivi commenti, una analisi letteralmente “al microscopio” dello Schema approvato dal governo. (continua...)

XV Assemblea Nazionale dell'Arci Servizio Civile.

Per festeggiare il trentennale e fare il punto sul Decreto Legislativo sul Servizio Civile Universale. (continua...)

mercoledì 18 gennaio 2017

Acqua bene comune: Pfas, Megalon e referendum.

Al Presidio No Dal Molin, Ponte Marchese (Vicenza), domenica 22 gennaio ore 16, dibattito con Titta Fazio, medico di medicina generale, ISDE Vicenza; Marina Lecis, consulente in diritto ambientale; Sonia Perenzoni, consigliera comunale di Montecchio Maggiore; attivisti del comitato del Melagon.

Convegno a 40 anni dalla nascita di Medicina democratica.

Il programma (clicca qui) non è stato predisposto per consentire spazio a una discussione che investa la natura futura di Medicina democratica che il suo fondatore, Giulio Maccacaro, volle Movimento di lotta per la salute. Parlare di tradimento dei valori e di mutazione genetica può apparire eccessivo, però il dibattito è acceso se l’Associazione si stia trasformando risolutivamente in apicale burocrazia medico conferenziera legale oppure se la prevalenza possa ancora essere restituita alla democrazia delle Sezioni che operano nei territori a fianco dei Movimenti. L’attuale Presidenza dissente dalla contestazione che la colpisce definendola “falsa e denigratoria”. (continua)

Clicca qui La Stampa 

Manifestazione regionale contro le grandi opere.

Organizzata da No dal Molin, Comitati contro le grandi opere per la difesa dei Beni comuni. Piazza Matteotti – Vicenza ore 15,30 sabato 21 gennaio. Stop alla devastazione dei territori e al saccheggio dei beni comuni! Contro le guerre, le basi e le spese militari! Per l'acqua bene comune! Una sola grande opera: casa, reddito, diritti per tutti/e!

Notav, cronaca di una battaglia ambientale durata 25 anni.


La ricostruzione storica, mese per mese, della più lunga opposizione ambientale in Europa, basata su 13.000 articoli di giornale e sulla testimonianza diretta. È il racconto di un lunghissimo confronto tecnico e umano ora pieno di speranze, ora sconfortato ma incrollabile, ora allegro e ricco di inventiva che svela le decisioni camuffate, i dati falsi, gli inganni mediatici e la militarizzazione, che sono necessari a chi detiene il potere per far costruire una grande opera inutile a scapito degli investimenti per la scuola, la sanità, la ricerca, le pensioni... Clicca qui.

Ritorno al presidio permanente No Dal Molin e per i beni comuni.

Fino al 26 gennaio tendone in un campo a Vicenza via Ponte Marchese: iniziative di lotta, di dibattiti e dei momenti di socialità. Costruzione dell’ l’agenda dei movimenti sociali vicentini dei prossimi mesi a partire dalle vicende della militarizzazione del territorio, delle questioni di genere e della cementificazione, lo sfacelo prodotto dalla Pedemontana, il futuro progetto del Tav, quello della Valdastico Nord ecc. Clicca qui.

Dei due processi gemelli Montedison e Solvay, a fine gennaio l'Appello per quello di Bussi.

Appello dopo la sentenza di primo grado che aveva assolto gli imputati di avvelenamento doloso delle acque di falda. Stesso reato che il PM di Alessandria ha confermato per l’Appello alla sentenza semi assolutoria di Spinetta Marengo (Alessandria). Per la sentenza di primo grado di Bussi (Pescara), il presidente della corte di assise è sotto procedimento disciplinare del ministero di Giustizia per aver interferito su alcuni membri della Giuria. Sempre in sede disciplinare i sospetti di tangenti. Di tangenti ad Alessandria sono stati invece interessati la Procura di Milano e il Consiglio superiore della magistratura. Intanto in entrambi i siti industriali l’inquinamento peggiora e le bonifiche non avvengono.

Clicca qui Antonio Massari “Appello dopo la sentenza delle ‘pressioni sospette’. Le parti civili chiedono il conto. E la discarica è sempre più inquinata”.
Clicca qui Prima di Noi "Processo Bussi. Chiesti (ancora) 1,8 mln di danni mentre l’inquinamento continua"

Alluvione: cosa resta?

Sopralluogo nelle campagne alessandrine per constatare i danni post-alluvione.
Clicca qui CIA Confederazione Italiana Agricoltori.

Le associazioni ambientaliste non devono pagare i costi di accesso alla giustizia.

Una sentenza fissa un precedente importante per le associazioni che difendono il territorio: continua.
Clicca qui la Sentenza.

Come padelle antiaderenti scegliere la vera pietra ollare. le padelle in vera ceramica, le padelle in ferro o ghisa.

Clicca qui VerdeAzzurro "PFOA. La truffa delle padelle antiaderenti in pietra vendute nei negozi"

martedì 17 gennaio 2017

Gli spinettesi hanno il sindaco che si meritano. Il peggiore d’Italia secondo IlSole24Ore.

Riceve 18 milioni di euro dal governo e cosa ne fa? Per l’Osservatorio ambientale della Fraschetta? O per l’Indagine epidemiologica della Fraschetta? O per la bonifica del disastro ecologico sotto sopra intorno la Solvay? O per sostenere il dolo nel processo d’Appello contro Solvay? O per il Lovassina? Niente affatto. Li destina a cose più importanti chiedendo consiglio ai cittadini di Spinetta Marengo. Cioè: percorso ciclopedonale da Alessandria con passerella sul Bormida, centro gioco, parco di Marengo, orti solidali, marciapiedi, fioriere, lampadine e qualche miliardo di lire alla povera Solvay per teleriscaldamento. Nell’incontro pubblico applaudono i cittadini insieme al direttore che li ospita. E vissero (si fa per dire) tutti felici e contenti. Più felice di tutti Rita Rossa, la sindaco, che si ricandida perché porta bene essere anche quest’anno l’ultima fra i sindaci italiani nella classifica di gradimento.
Clicca qui Pennatagliente
Clicca qui Corriereal 
Clicca qui Alessandria Post

Un contributo per i braccianti di Castelnuovo che rifiutano di essere schiavi.

Ora più che mai è necessaria solidarietà concreta con chi lotta e, mentre difende i suoi diritti, difende anche quelli di tutti gli altri. Per questo, per sostenere le spese legali di questa vertenza ti chiediamo un contributo che potrai versare sul conto postapay del Presidio permanente al seguente numero: 4023 6006 6943 9400. Clicca qui il comunicato.

Rischio amianto Tav Terzo Valico? Il primo malato tra 30 anni.

Agghiacciante intercettazione della Finanza a un dirigente del Consorzio che sta costruendo la ferrovia ad alta velocità, a proposito dell'occultamento degli effetti sanitari degli scavi su operai e abitanti. Clicca qui.

Il Tar boccia per incompetenza la Giunta regionale per la gestione acqua del Molise.

Il Tribunale Amministrativo Regionale ha accolto il ricorso presentato da sedici sindaci (otto della Provincia di Campobasso e otto di quella di Isernia) contro l'istituzione dell'Egam, l'Ente di Governo dell'Ambito del Molise per il servizio idrico.

domenica 15 gennaio 2017

Tante denunce ambientali e sanitarie si perdono nei meandri delle istituzioni.

Marco Marotta (Membro dell'Apostolica Accademia Tiberina per le Scienze, Consulente ISDE Associazione Internazionale Medici Ambiente, Socio e Consulente Ordine Medici Monza e Brianza) si rivolge al Presidente della Repubblica (clicca qui)

E’ in uscita l’ultimo numero della rivista di Medicina democratica.

Clicca qui il ricco sommario. Per ragioni tecniche (non vogliamo pensarle censorie) sulla Rivista sarebbe stato rinviato il contributo di Lino Balza che piuttosto sarebbe stato di attualità in coincidenza con il Convegno per il Quarantennale della nascita di Medicina democratica Movimento di lotta per la salute, apportando un contributo fortemente critico a quella che appare una mera auto referenziale celebrazione. Medicina democratica non ha bisogno di guardarsi ad uno specchio deformato bensì di riflettere con coraggio per un rilancio ormai indifferibile -è la tesi accusatoria di Balza- occorre, con un cambio del quadro dirigente, scongiurare una mutazione genetica di Medicina Democratica che -con Maccacaro- nacque invece da una grande ricchezza di lotte, di esperienze, di volontà collettiva e individuali, essa deve quindi restare un Movimento di lotta per la salute che agisce tramite le Sezioni e fra i Movimenti sui territori, insomma la sua natura deve consistere sempre e solo nell’essere lei stessa Movimento di lotta, Movimento interattivo e propulsivo che nuota tra i Movimenti sul territorio come un pesce nell’acqua, insomma assolutamente non può consolidarsi in una associazione apicale di medici, consulenti e conferenzieri, tanto meno può alterarsi in studio legale. Clicca qui il contributo storico e politico di Balza.