lunedì 19 giugno 2017

Voto ambientalista.

Al ballottaggio si può votare il candidato sindaco che finalmente assuma formalmente questi seguenti impegni consapevoli che la questione Fraschetta è l’emergenza ambientale e sanitaria più importante per Alessandria, a conoscenza delle proposte concrete e particolareggiate elaborate da Medicina Democratica:

a) Il Comitato scientifico internazionale per la bonifica della falda sottostante la Solvay di Spinetta Marengo, altrimenti i palliativi in corso non impediranno nei secoli a venire il percolamento in falda di cromo e altri 21 veleni cancerogeni sotterrati per un milione di metri cubi.

b) Il Monitoraggio di massa del cancerogeno e teratogeno PFOA (e sostituto) sia nelle acque che nel sangue, alla stregua di quanto sta facendo per decine di migliaia di cittadini la Regione Veneto su iniziativa dei Comuni: con risultati epidemiologici allarmanti, in particolare sui bambini. Le analisi devono essere tassativamente di matrice pubblica (Asl, Arpa) mentre ad es. oggi il sangue viene privatamente analizzato dalla sospettabile Solvay su alcuni lavoratori (con responsi comunque allarmanti).

c) L’Indagine epidemiologica della Fraschetta che, opportunamente finanziata, finalmente integri e completi quelle parziali che già in questi anni hanno evidenziato dati di malattie e morti impressionanti, a cominciare dai bambini.

d) Il Piano di sicurezza emergenza evacuazione soccorso del polo chimico di Spinetta Marengo discusso e approvato democraticamente con tutta la popolazione a rischio.

martedì 6 giugno 2017

Eni di Viggiano: benzene 2.380 volte i limiti di soglia, toluele 39 volte, manganese 12mila, idrocarburi 9.800.

Effetto di 400 tonnellate di greggio fuoriuscito in suolo e acqua. E’ un impianto che non va assolutamente riaperto: affermano i movimenti Nuovo Senso Civico e Intercomunale Lucania.

Clicca qui Antonio Massari e Mariateresa Totaro “I dati dell’Eni sul Centro Oli di Viggiano: Falda inquinata”.

Sempre più adesioni all'appello"Una persona, un voto" per il riconoscimento del diritto di voto a tutte le persone residenti in Italia.

Sono 5milioni di contribuenti che rispettano le leggi. Il progetto di legge è stato formulato dall'Anci, l'Associazione Nazionale dei Comuni d'Italia.

Clicca qui il testo dell'appello con le prime adesioni.

Per adesioni: centropacevt@gmail.com, crpviterbo@yahoo.it

In Sardegna, animali deformi e sterminati, colture avvelenate dalla fluorite della Fluorsid di Assemini.

Non era sabbia del Sahara confusa dall’Arpa, bensì di fluorite quel polverone bianco che copre i pascoli delle greggi: sembra di essere sulla luna. L’indagine del Corpo forestale ha scoperto quattro discariche clandestine accanto a discariche di fanghi tossici e amianto, veleni nel canale che sfocia nell’oasi faunistica di Santa Gilla, i fenicotteri sono fuggiti, latte e cozze e vongole sono invendibili, le serre smantellate. C’è perfino traccia di fluorosilicato, capace di procurare morte immediata. Nove gli indagati, sette gli arresti. Continua

Le cave della ditta Allara sono le favorite per lo smaltimento degli scavi del Tav Terzo Valico.

Clicca qui il comunicato di Comitati di Base della Valle Bormida, Sezzadio per l’Ambiente, Comitato Agricoltori della Valle Bormida e Comitato Vivere a Predosa.

domenica 4 giugno 2017

Una domanda che è stata posta alla Redazione del Blog.

Avete evidenziato una motivazione (condivisibile, peraltro) per non votare sindaco il candidato Tizio o Caia, ma insomma secondo voi chi dovremmo votare?”. Risposta: Purtroppo la scelta cadrà ancora una volta sul meno peggio. Il meglio sarebbe chi considera la salute il bene più prezioso da tutelare, e dunque considera la Fraschetta l’emergenza ambientale e sanitaria più importante da affrontare secondo impegni ben precisi (noi le proposte le abbiamo elaborate).

L’emergenza ambientale e sanitaria più importante per Alessandria.

Il Piccolo, con diretta streaming di Radio Gold, organizza per mercoledì 7 giugno ore 21, in sala Ferrero del Teatro comunale, un confronto tra gli 8 candidati sindaco di Alessandria. Come da invito, Medicina democratica ha trasmesso al giornale alcune domande da rivolgere ai partecipanti:
 
A tutti: 
Se il candidato ritiene che la questione Fraschetta sia l’emergenza ambientale e sanitaria più importante per Alessandria, quali azioni più urgenti intende promuovere: 
  1. Comitato scientifico internazionale per la bonifica della falda sottostante la Solvay di Spinetta Marengo, altrimenti i palliativi in corso non impediranno nei secoli a venire il percolamento in falda di cromo e altri 21 veleni cancerogeni sotterrati per un milione di metri cubi.
  2. Monitoraggio di massa del cancerogeno e teratogeno PFOA (e sostituto) sia nelle acque che nel sangue, alla stregua di quanto sta facendo per decine di migliaia di cittadini la Regione Veneto su iniziativa dei Comuni: con risultati epidemiologici allarmanti, in particolare sui bambini. Le analisi devono essere tassativamente di matrice pubblica (Asl, Arpa) mentre ad es. oggi il sangue viene privatamente analizzato dalla sospettabile Solvay su alcuni lavoratori (con responsi comunque allarmanti).
  3. Indagine epidemiologica della Fraschetta che, opportunamente finanziata, finalmente integri e completi quelle parziali che già in questi anni hanno evidenziato dati di malattie e morti impressionanti, a cominciare dai bambini.
  4. Piano di sicurezza emergenza evacuazione soccorso del polo chimico di Spinetta Marengo discusso e approvato democraticamente con tutta la popolazione a rischio.  
N.B. Su tutti i punti Medicina Democratica ha elaborato proposte concrete e particolareggiate di soluzione.
 
A Rita Rossa: Non ritiene di aver meritato il Premio Attila 2016 (213 preferenze su 429 votanti) non avendo ottemperato a nessuno dei suddetti punti?

Lino Balza è Socio fino al Congresso.

Da più parti, soprattutto fuori Alessandria, vi è chi ha interpretato che sono uscito da “Medicina democratica”. Non è così. E’ vero che, al terzo Congresso inconcludente, ho alzato le braccia: l’Associazione già di Maccacaro è irriformabile, il “Movimento di lotta per la salute” ha patito una mutazione genetica esautorando le Sezioni territoriali. E’ vero che dopo 40 anni ho dato le dimissioni dal Consiglio Direttivo essendo state tradite le Vittime Parti civili al processo Solvay di Alessandria e la storia stessa di Medicina democratica. E’ però vero che -contraddizione in termini- ho assecondato quanti mi chiedevano di restare Socio fino al Congresso 2018, convinti che con un cambio di Presidenza sia possibile una riforma con una svolta di 180 gradi. Per quanto riguarda il dettaglio delle sofferte dimissioni, si può leggere il link https://www.scribd.com/document/350043784/Generale-a-Particivili della Lettera che ho recapitato a ciascuna Vittima Parte Civile. Tale lettera è stata inclusa in Appendice alla terza edizione del libro “Ambiente Delitto Perfetto”.

In stampa “L'avventurosa storia del giornalismo di Lino Balza”.

 
La Storia raccontata dal basso, con quei particolari che sfuggono allo studioso. Le radici culturali e sociali di tanti piccoli protagonisti. Il giornalismo a servizio di ambiente e salute.
Il libro è stato stampato a cura dell’autore. I proventi saranno interamente devoluti a “Ricerca cura mesotelioma”. Dello stesso autore, il libro “Ambiente Delitto Perfetto”. Richiedili entrambi a linobalzamedicinadem@gmail.com


L'Altra Parata per la Festa della Repubblica.

La vera parata è stata quella del popolo sovrano, della società civile, che vuole manifestare e vivere i valori fondamentali della Costituzione, quella che ripudia la guerra.

Clicca qui il comunicato conclusivo della Festa Alternativa pacifista e solidale.

Ilva: licenziamenti come "risarcimento" dei tumori.

La vendita dell'Ilva al miglior offerente (ArcelorMittal) si traduce in 6.000 operai in esubero, dopo che per decenni sono stati falcidiati dai tumori. Se i sindacati vorranno ridurre gli “esuberi”, dovranno accettare l'abbattimento dei salari. Incassato l’esonero da ogni controversia legale in fatto di tutela ambientale, i nuovi padroni offrono la miseria di 25 milioni per investire in “salute, sicurezza, ambiente”, mentre annunciano che la sola copertura dei parchi minerari (da cui si alzano le polveri che uccidono i lavoratori tarantini) richiederà ben cinque anni, contro i due previsti dal piano ambientale originario.

Ottanta storie dell'ambientalista Davide che sconfigge l'inquinatore Golia.

Clicca qui l'indice

giovedì 1 giugno 2017

Solidarietà a Marinella Correggia e ai pacifisti brutalizzati e repressi nella protesta non violenta contro Trump, Nato e G7.

Clicca qui il comunicato dei “Disarmisti esigenti”.

Una lotteria dove vincono tutti.

Lotteria Nazionale Premio Louis Braille , l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti è partner dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. per attivare azioni e progetti volti alla formazione professionale e all’inserimento lavorativo delle persone con disabilità visiva. (continua...)

La bomba atomica vicino a casa.


No Tav Val Susa. Le iniziative dei prossimi giorni.

Clicca qui il programma a cura di Doriella e Renato.

Processo Tav Terzo Valico rinviato al 27 giugno.

Abbiamo proposto ai Comitati No Tav Terzo Valico, se intendono costituirsi parte civile, di usufruire ulteriormente della sottoscrizione popolare tramite il libro “Ambiente Delitto Perfetto”. Al diniego, abbiamo devoluto anche tali somme alla “Ricerca per la cura del mesotelioma”.

Clicca qui Silvana Mossano “Corruzione e Terzo valico. Il processo per i rifiuti nelle cave non decolla”. 

Non votate Rita Rossa. Perché.

Perché, nell’intervista a La Stampa (l’ultima ai candidati sindaci delle otto in programma) si è confermata degna vincitrice del Premio Attila 2016. In quanto, pur consapevole che la questione Fraschetta è l’emergenza ambientale e sanitaria più importante per Alessandria, pur a conoscenza delle proposte concrete e particolareggiate elaborate da Medicina Democratica, pervicacemente continuerà a non intraprendere:

a) Il Comitato scientifico internazionale per la bonifica della falda sottostante la Solvay di Spinetta Marengo, altrimenti i palliativi in corso non impediranno nei secoli a venire il percolamento in falda di cromo e altri 21 veleni cancerogeni sotterrati per un milione di metri cubi.

b) Il Monitoraggio di massa del cancerogeno e teratogeno PFOA (e sostituto) sia nelle acque che nel sangue, alla stregua di quanto sta facendo per decine di migliaia di cittadini la Regione Veneto su iniziativa dei Comuni: con risultati epidemiologici allarmanti, in particolare sui bambini. Le analisi devono essere tassativamente di matrice pubblica (Asl, Arpa) mentre ad es. oggi il sangue viene privatamente analizzato dalla sospettabile Solvay su alcuni lavoratori (con responsi comunque allarmanti).

c) L’Indagine epidemiologica della Fraschetta che, opportunamente finanziata, finalmente integri e completi quelle parziali che già in questi anni hanno evidenziato dati di malattie e morti impressionanti, a cominciare dai bambini.

d) Il Piano di sicurezza emergenza evacuazione soccorso del polo chimico di Spinetta Marengo discusso e approvato democraticamente con tutta la popolazione a rischio.

Non votate Domenico Campana. Perché.

Perché, nell’intervista a La Stampa (la settima delle otto ai candidati sindaci) non conosce l’emergenza ambientale e sanitaria più importante per Alessandria e dunque le azioni da intraprendere.

Non votate Cesare Miraglia. Perché.

Perché, nell’intervista a La Stampa (la sesta delle otto ai candidati sindaci) mette l’ambiente al terzo punto del suo programma, ovvero terzultimo se non ultimo considerato il suo passato di assessore indifferente alle quattro azioni indispensabili per affrontare l’emergenza ambientale e sanitaria più importante per Alessandria: Comitato scientifico internazionale per la bonifica della falda sottostante la Solvay di Spinetta Marengo; Monitoraggio di massa del cancerogeno e teratogeno PFOA (e sostituto) sia nelle acque che nel sangue; completa Indagine epidemiologica della Fraschetta; Piano di sicurezza emergenza evacuazione soccorso del polo chimico di Spinetta Marengo

mercoledì 31 maggio 2017

Non votate Gianni Ivaldi. Perché.

Perché, nell’intervista a La Stampa (la quinta ai candidati sindaci delle otto in programma) si dice “attento alla qualità dell’acqua dell’aria del suolo” ma cade dalle nuvole su come affrontare l’emergenza ambientale e sanitaria più importante per Alessandria, non indicando alcuna delle azioni più urgenti da intraprendere: né il Comitato scientifico internazionale per la bonifica della falda sottostante la Solvay di Spinetta Marengo; né il Monitoraggio di massa del cancerogeno e teratogeno PFOA (e sostituto) sia nelle acque che nel sangue; né la completa Indagine epidemiologica della Fraschetta; né il Piano di sicurezza emergenza evacuazione soccorso del polo chimico di Spinetta Marengo.

La strategia vaccini del governo è più vicina all'industria che alle evidenze scientifiche.

Non esiste evidenza di una correlazione tra obbligo vaccinale e incremento delle coperture secondo studi Ue e Oms.
Clicca qui Laura Margottini “ Così l’obbligo di vaccinare non aumenta la copertura. Gli studi europei: differenze trascurabili con i Paesi che si limitano a raccomandare”.

L'uranio impoverito provoca il cancro.

Per la prima volta la Corte dei Conti riconosce che l’esposizione provoca tumori. Negli ultimi 20 anni sono morti 342 militari e altri 700 si sono ammalati dopo il ritorno dalle missioni interessate dai bombardamenti con armi contenenti uranio impoverito. E le popolazioni bombardate?

Bloccati i lavori dell'acquedotto magna-magna. Nasce la Libera Repubblica del Nera.

Clicca qui il comunicato del “Coordinamento No Acquedotto Per la difesa del Nera”, inviato proprio mentre la polizia sta facendo irruzione al Presidio.

martedì 30 maggio 2017

L’Italia non è un paese per bambini, i più esposti alla povertà.

Su 10 milioni di minorenni 1,1 milioni già vivono in assoluta povertà (il triplo rispetto a 10 anni fa) e 1 su 20 non riceve un pasto proteico al giorno, ma a rischio povertà ed esclusione sociale è addirittura 1 su 3 (32,1%): assai sopra la media europea. Tra i 50.000 homeless sotto i ponti la maggioranza sono bambini. La quota di spesa per il Welfare destinata all’infanzia (4,1%) è metà della media europea.

Tutta la mia vita è stata una lotta.


Le bombe che quotidianamente piovono sui bambini dello Yemen sono italiane.

Fabbricate in Italia e sganciate da caccia che transitano in Italia. Ma noi non abbiamo dichiarato guerra allo Yemen. Abbiamo le mani sporche di sangue per questa strage petrolifera ma non ci turbiamo, tanto gli yemeniti non arrivano sulle nostre coste e soprattutto non ci portano il colera che li sta ulteriormente falcidiando, soprattutto tra i bambini.

Non votate Emanuele Locci. Perché.

Perché, nell’intervista a La Stampa (la quarta ai candidati sindaci delle otto in programma) nulla sa come affrontare l’emergenza ambientale e sanitaria più importante per Alessandria, non indicando alcuna delle azioni più urgenti da intraprendere: né il Comitato scientifico internazionale per la bonifica della falda sottostante la Solvay di Spinetta Marengo; né il Monitoraggio di massa del cancerogeno e teratogeno PFOA (e sostituto) sia nelle acque che nel sangue; né la completa Indagine epidemiologica della Fraschetta; né il Piano di sicurezza emergenza evacuazione soccorso del polo chimico di Spinetta Marengo. O non conosce o non condivide le proposte concrete e particolareggiate elaborate da Medicina Democratica.

Vaccini. La posizione della Rete Sostenibilità e Salute.

Una discussione oltre le ideologie: clicca qui.

No all'approvazione del CETA. Stop all'accordo gemello TTIP.

Il presidente canadese Trudeau a Roma per promuovere il CETA: la società civile si mobilita per chiedere al Parlamento di respingere entrambi gli accordi dannosi per l’ambiente e l’economia.
Clicca qui Campagna Stop TTIP Italia.
Clicca qui la relazione di Lino Balza all’Università di Genova, Facoltà di Scienze Umanistiche.
Clicca qui il video in omaggio a Giorgio Nebbia.

Il tribunale per la prima volta riconosce la malattia professionale a lavoratore esposto ai campi elettromagnetici "bassi".

La sentenza di Verona è la prima che riconosce la correlazione tra una patologia neoplastica e l’esposizione a CEM a "frequenza industriale estremamente bassa” come quelli generati da linee elettriche, trasformatori ed elettrodotti. In precedenza i tribunali avevano riconosciuto il nesso di causa tra l'insorgenza di patologie tumorali al cervello (neurinomi del nervo acustico/trigemino) e l'esposizione alle onde elettromagnetiche emesse dai telefoni mobili (cellulari e cordless).
Clicca qui A.P.P.L.E. Associazione Per la Prevenzione e Lotta all’Elettrosmog.

Il decreto legge sull'acqua fa acqua da tutte le parti.

Nel 2007, per iniziativa del Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua era stata presentata la legge “Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico” con raccolta firme (406.626) depositate alla Camera. Obbiettivi: acqua come diritto umano, tutela della risorsa e della sua qualità, la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato e la gestione dello stesso mediante strumenti di democrazia partecipativa. Oggi, ci troviamo di fronte ad un disegno di legge che il Parlamento ha completamente stravolto: di fatto, se ne è svuotato l'impianto generale e travisati i principi essenziali.

Clicca qui la storia della legge e l’analisi critica dell'attuale testo.

domenica 28 maggio 2017

Non votate Michelangelo Serra. Perché.

Perché, nell’intervista a La Stampa (la seconda ai candidati sindaci delle otto in programma) non assume alcun impegno sulla più importante emergenza ambientale e sanitaria di Alessandria:, la bonifica delle falde sotto Solvay, gli allarmi epidemiologici per i bambini di Spinetta, il Pfoa nel sangue dei lavoratori e dei cittadini.

Non votate Gianfranco Cuttica di Revigliasco. Perché.

Perché, nell’intervista a La Stampa (la terza delle otto in programma ai candidati sindaci ) non gli scappa neanche di pronunciare le parole “ambiente e salute”, ignora il Pfoa nel sangue di lavoratori e cittadini, la bonifica delle falde sotto Solvay quale principale emergenza sanitaria di Alessandria, gli allarmi epidemiologici per i bambini di Spinetta.

Una bella manifestazione ad Alessandria per scacciare dalla poltrona la sindaco, però...

        
700 né 2.500 partecipanti ma certamente una bella manifestazione quella del 27 maggio ad Alessandria, calorosa dalla Valle Bormida, tiepida degli alessandrini locali. La vera conta si farà l’11 giugno, anzi il 25. Riflessione. Il cavallo di battaglia della marcia è stata la non rielezione a sindaco di Rita Rossa, Premio Attila 2016. Se sarà riconfermata dalle urne: il 27 maggio è stato un flop, i Comitati sconfitti, via libera a Tav terzo valico, discariche e Solvay? E se sarà bocciata: il nuovo sindaco sarà meglio, considerato che fra i candidati l’unica voce amica è quella del grillino? In entrambi i casi cosa faranno i Comitati: occuperanno l’anno a preparare per il prossimo maggio la terza marcia? Se ci si limita a questi eccezionali ma domestici rituali non si dura a lungo: la partecipazione popolare si scoraggia e si affievolisce, gli avversari procedono più svelti di prima. Bisogna invece prepararsi ad una lotta di lunga durata che metta in campo tutte le forme di scontro possibili, in tutte le direzioni, aguzzando la fantasia. Bisogna prendere esempio dalla Valle Bormida ai tempi dell’Acna e oggi dalla Valle Susa… E bisogna porsi il problema delle alleanze… (continua).
Clicca qui Piero Bottino “La protesta va in scena tra ambiente ed elezioni. Un migliaio al corteo”
Clicca qui Corriereal "Insieme per acqua e salute: la protesta da Sezzadio arriva ad Alessandria"
Ciicca qui Alessandrianews "Insieme per acqua e salute"
Clicca qui Il Piccolo "Acqua e cave ci si prepari a una lotta di lunga durata"

Impianto di riciclaggio rifiuti a Rivalta Scrivia.

100 mila tonnellate all’anno, a fianco di quello già in uso. Via libera da Legambiente. Nessuna presa di posizione ancora dal Comitato a suo tempo protagonista di una vincente lotta contro Ghisolfi.

Clicca qui La Stampa “ Un nuovo impianto a Rivalta Scrivia per il riciclo dei rifiuti”. 

Le “bambine dagli occhi belli”, perché riescono a comunicare solo con lo sguardo.

Convegno Nazionale “Cura, ricerca e prevenzione: a che punto siamo?” promosso dall’AIRETT (Associazione Italiana Sindrome di Rett) impegnata sul fronte di quella che è la seconda causa di ritardo mentale nelle bimbe (continua...)

venerdì 26 maggio 2017

Non votate Oria Trifoglio. Perché.

Perché nell’intervista (clicca qui) non prende neppure un impegno per salute a ambiente: ignora il Pfoa nel sangue di lavoratori e cittadini, la bonifica delle falde sotto Solvay quale principale emergenza sanitaria di Alessandria, gli allarmi epidemiologici per i bambini di Spinetta. Tanto è più grave perché Trifoglio è medico, addirittura ginecologa.

giovedì 25 maggio 2017

Firma l'appello di Wikipedia.

«La differenza tra le persone sta solo nel loro avere maggiore o minore accesso alla conoscenza» (Lev Tolstoj)

Il 29 aprile le autorità turche hanno bloccato l'accesso a tutte le versioni linguistiche di Wikipedia, ledendo il diritto di milioni di persone di accedere a informazioni storiche, culturali e scientifiche neutrali e munite di fonti verificabili.
La comunità di lingua italiana esprime la sua solidarietà alla popolazione turca e chiede il ripristino del libero accesso all'enciclopedia.
Firma l'appello dei Wikipediani e diffondi la notizia in Rete.

Vaccinazioni. Medicina democratica sostiene Dario Miedico.

Clicca qui il comunicato.

Sono tutti uguali i bambini del mondo?


Clicca qui Massimo Fini "Il totalitarismo dell'odio è anche nostro"

Il cimitero dei bambini.


mercoledì 24 maggio 2017

Petizione diretta a Parlamento italiano firma anche tu.

Raccolta firme affinché il Parlamento italiano dia mandato al governo di aderire alla convenzione per l'eliminazione delle armi nucleari in corso di discussione presso le Nazioni Unite. Primo firmatario Giorgio Nebbia. Clicca qui.

A Manchester suona l’Isis, nel Mediterraneo suonano i governi occidentali.

Secondo l’aberrante fanatismo Isis, sarebbero “i bambini uccisi dalle bombe inglesi a Mosul vendicati con i bambini crociati ammazzati a Manchester”. E Trump promette di proteggerci dal terrorismo fomentando guerre e vendendo armi? Non è così che si elimina il terrorismo: gli risponde papa Francesco.
Clicca qui il generale Fabio Mini, già capo di Stato maggiore del Comando Nato per il Sud Europa ecc., esperto di strategia militare e questioni geopolitiche.

Perché i Comuni non sostengono i Comitati NoTav Terzo Valico.

Per la puzza sotto il naso dei Comitati verso le istituzioni borghesi? Anche. Ma la ragione fondamentale sono i 60 milioni di euro promessi agli 11 Comuni come “compensazioni” ai danni provocati dal maxi tunnel. E’ in arrivo la prima tranche: 11 milioni. I sindaci di Alessandria (Rossa), Novi Ligure (Muliere), Pozzolo Formigaro (Miloscio), Vignole Borbera (Teti), Arquata Scrivia (Basso), Voltaggio (Bisio), Fraconalto (Di Vanni), Carrosio (Cassano), Gavi (Semino), Serravalle Scrivia (Carbone), Tortona (Bardone). Nel libro dei sogni ci stanno finanziamenti per qualunque cosa (che nulla c’entra con il Tav): rotatorie, luci a led, spartitraffici, fognature, controviali, area mercati, asfaltature, fonti sulfuree, videosorveglianza, parcheggi e chi più ne ha ne metta.

Fraschetta: tragico esempio per i Comitati Scrivia e Bormida.

Perché Medicina Democratica Movimento di lotta per la salute, alla realizzazione della manifestazione del 27 maggio ad Alessandria organizzata dai Comitati della Valle Bormida e della Valle Scrivia, ha partecipato anche promuovendo con il libro “Ambiente Delitto Perfetto” una sottoscrizione nelle assemblee? Perché la sua storica peculiarità è la “prevenzione primaria”, da non confondersi con la pur necessaria “prevenzione diagnostica”. Questa è utile per individuare in tempo con visite e analisi la malattia, quella per impedire l’insorgenza della malattia. Il cancro da amianto (peraltro finora incurabile) si previene non perforando l’Appennino con il Tav Terzo Valico e non riempiendo le cave di veleni, si previene non ammassando mega discariche sulla falda acquifera come a Sezzadio. Se non si impediscono queste calamità ambientali destinate a diventare calamità sanitarie, si rischia di fare la fine della Fraschetta. Fanno un errore i Comitati a non insistere su questo tragico esempio. Cromo e ventun veleni di un milione di metri cubi sotterrati stanno sciogliendosi nella vitale riserva d’acqua sormontata dalla Solvay di Spinetta Marengo. Le pur parziali indagini epidemiologiche evidenziano che neppure i bambini sono risparmiati. Ci siamo, solitariamente, battuti per impedirlo. La realizzazione dell’Osservatorio ambientale della Fraschetta sarebbe stata “prevenzione primaria”. Oggi, purtroppo, siamo costretti alla “diagnostica”, cioè a chiedere di misurare il cancerogeno PFOA nel sangue dei lavoratori e dei cittadini. Oggi, purtroppo, siamo costretti alla “cura”, cioè è necessaria la bonifica di questo disastro altrimenti destinato all’infinito, bonifica complessa e costosa che può essere garantita solo da un Comitato scientifico internazionale. Ma il sindaco uscente, al pari di quelli precedenti, non si è adoperato neppure nella “diagnostica” né nella “cura” della più grave malattia ambientale dell’alessandrino. Continuiamo a denunciarli. Il prossimo sindaco? I programmi elettorali ci lasciano perplessi.
Clicca qui Corriereal "Fraschetta tragico esempio per i Comitati Scrivia e Bormida"
Clicca qui Damiela Terragni "Solvay tragico esempio. E i Comitati sbagliano"
Clicca qui Il Piccolo "Ambiente: perché conta molto la prevenzione"
Clicca qui Pennatagliente "Fraschetta tragico esempio per i Comitati Scrivia e Bormida"

https://www.scribd.com/document/349323720/Medicina-democratica
 


No al motocross nei territori dell'Unesco.

Mille firme del Comitato. Scontro tra i Comuni di Felizzano e di Fubine.
Clicca qui Antonella Mariotti “La protesta nell’Alessandrino”.  

Antiterrorismo. Per fortuna funzionano i nostri apparati di sicurezza.

Quanto meno ad Alessandria. In occasione della festa di santa Rita, con tanto di tradizionale benedizione dei fiori, “una miriade di venditori ambulanti abusivi si sono appostati nei dintorni della chiesa cercando di vendere le loro rose. Sono stati fermati e portati in caserma dalla polizia municipale: rose sequestrate, 6 multati privi di licenza itinerante e 2 denunciati: 1 clandestino e 1 per resistenza a pubblico ufficiale” (La Stampa). Se il pubblico ufficiale era la sindaco Rita Rossa: denunciate anche noi per apologia di reato.

Puglia, ripubblicizzare l'acqua si può. Ma il PD lo vuole?

Lo ha detto il risultato del referendum del 2011 e lo spiega ancora il giurista Lucarelli, artefice della ripubblicizzazione a Napoli. Il problema è il Pd (continua)

Ai signori della Terra che si riuniscono per il G7 a Taormina ricordiamo che


Lavoro e Salute di Maggio.

Pubblicato il numero di maggio del periodico: www.lavoroesalute.org

No a nuove truppe in Afghanistan - Appello della Tavola della pace.

L'Italia è già presente con oltre mille soldati impiegati nella missione "Resolute Support" dove forma il secondo contingente più numeroso dopo quello degli Stati Uniti. In alternativa è necessaria una politica più attiva nella cooperazione civile, la cui spesa è attualmente ben al di sotto della spesa militare, e un impegno serio per un negoziato di pace. (continua)

Il ruolo dell’“assistente sessuale” per le persone con disabilità.

Dentro e fuori dal mondo specifico della disabilità, questo tema viene interpretato tra il vero e il verosimile. (continua...)

Convegno dell' Associazione Italiana dei Terapisti Occupazionali.

A vent’anni dall’introduzione legislativa della disciplina riabilitativa impegnata nell’interazione tra persona, contesto, ambiente e occupazioni, per far raggiungere alla persona con disabilità il più alto grado di autonomia e indipendenza possibile. (continua...)

A Cannes c’è anche il Festival dei Cortometraggi sulla Disabilità.

Accanto al Festival del Cinema di Cannes, è in corso anche l’ottava edizione di “Entr’2 Marches”, Festival Internazionale di Cortometraggi sulla Disabilità, che vede in gara 37 opere provenienti da 27 diversi Paesi, esaminate da una giuria formata da persone con disabilità e presieduta dall’artista francese sorda Noémie Churlet (continua...)

giovedì 18 maggio 2017

Ambiente svenduto all'Ilva di Taranto.


Morti e infortuni sul lavoro in aumento.

Nel primo trimestre 2017 sono stati denunciati circa 161.100 infortuni (+5,9%), di cui 190 per incidenti mortali (+ 8%).

Ambiente delitto perfetto. Pene dimezzate all'equipaggio per la strage al porto di Genova.

Per i 9 morti della torre piloti su cui si schiantò la carretta del mare Jolly Nero, priva di condizioni di sicurezza minime. Ennesima assoluzione di un amministratore delegato: il PM aveva chiesto 17 anni per l’AD della società armatrice Messina per aver dolosamente ignorato le ripetute avarie del motore e dei comandi. Vergogna: hanno gridato i parenti delle vittime.

Vince il Premio Attila Alessandria 2016 il sindaco più sgradito d'Italia.

 
Premio Attila Alessandria 2016

Ad imperitura memoria dei nostri figli peggiori

Alla personalità che si è particolarmente distinta a danno dell’ambiente e della salute, una giuria sul serio popolare, composta da 429 votanti in 9 assemblee in provincia,

ha attribuito a
Maria Rita Rossa
la più alta onorificenza ambientalista della provincia di Alessandria.

Rita Rossa, nella duplice veste di sindaco di Alessandria e presidente della Provincia, vince con 213 voti. Al secondo posto con 96 preferenze: Ettore Pagani ‎direttore generale Consorzio COCIV TavTerzo Valico. Al terzo, con 69, Stephan Schmidheiny amministratore delegato Eternit. Quarto con 36 voti: Angelo Riccoboni amministratore delegato Riccoboni. Seguono a pari merito (3 preferenze): Luca Amoroso direttore raffineria Eni Sannazzaro de’ Burgondi che scoppia con frequenza allucinante, Gianluca Bordone sindaco di Tortona, Rocchino Muliere sindaco di Novi Ligure, e altri con 1 voto.

La classifica del Sole24Ore l’ha relegata all’ultimo posto fra i sindaci italiani. Una giuria di 429 votanti le ha conferito quest’anno la più bassa onorificenza ambientale, sulla scia di Marcellino Gavio e Fabrizio Palenzona, e battendo concorrenti del calibro di Stephan Schmidheiny. I Comitati hanno chiamato migliaia di cittadini in piazza per contestarle la rielezione. Eppure i sondaggi danno Rita Rossa vincitrice.

Clicca qui la pergamena: perché ha vinto il Premio e perché sarebbe rieletta.
Champagne per brindare alla vittoria.
Clicca qui Ansa "Danni all'ambiente, premio 'Attila' a sindaca di Alessandria"
Clicca qui Quotidiano Piemontese "Rita Rossa, sindaco di Alessandria, vince il Premio Attila: ha fatto più danni all’ambiente di tutti"
Clicca qui Libero Gossip "Danni all'ambiente, premio 'Attila' a sindaca di Alessandria"
Clicca qui Abbiategrasso "Danni all'ambiente, premio 'Attila' a sindaca di Alessandria"
Clicca qui Corriereal "Danni all'ambiente, premio 'Attila' a sindaca di Alessandria"
Clicca qui Pennatagliente "vince il premio attila il sindaco più sgradito d’italia, ma rita rossa è favorita alla rielezione"

Un italiano su quattro è a rischio povertà.

4,6 milioni di italiani in povertà assoluta: negli ultimi 10 anni è triplicata (dal 2,9% al 7,6%). Il 25% della popolazione è a rischio di sprofondare nella povertà (8,6% in Europa) se non c’è intervento dello Stato.

martedì 16 maggio 2017

Il fallimento della legge "Dopo di noi". Le famiglie dei disabili sempre più sole.


A Cosenza tre giorni di discussione sul movimento del '77.

Una riflessione tratta dal libro “L’avventurosa storia del giornalismo di Lino Balza”: non vi è traccia nella pubblicistica operaia di quegli anni del Movimento ’77, che nella rappresentazione mediatica degli scontri di piazza appariva simile alle brigate rosse (continua)

Ancora liberi i manager condannati per il rogo Thyssenkrupp.

Persero la vita sette operai impegnati in quel turno di notte sulla linea 5 dell’acciaieria. Al divampare delle fiamme, frequenti su quell’impianto, erano intervenuti con gli estintori e i manicotti che però non funzionarono. L’azienda aveva deciso da tempo di tagliare sulle spese sulla prevenzione e sulla sicurezza: quello stabilimento doveva chiudere in vista della concentrazione di tutte le l’attività nella sede di Terni. (continua)

Una strage. Già 330 morti e 3.765 malati nell'esercito per l'uranio impoverito.

Si aggiungono le mille vittime per l’amianto sugli elicotteri e le navi. Ma la magistratura e gli enti di controllo non possono intervenire negli “affari” delle forze armate. Manca una legge che tuteli la salute dei soldati.

domenica 14 maggio 2017

Chi vincerà il Premio Attila Alessandria 2016?

Votato su scheda da una Giuria sul serio popolare, composta da
429 votanti in 9 assemblee in provincia,

venerdì 19 maggio sarà proclamato il vincitore del
 
Premio Attila Alessandria 2016
Ad imperitura memoria dei nostri figli peggiori
Voto per (una sola preferenza):
 
Riccoboni Angelo (Riccoboni Holding) □

Schmidheiny Stephan (Eternit) □

Rita Rossa (Provincia) □

Ettore Pagani (Cociv) □

Amoruso Luca (Eni Sannazzaro) □

…………………......................... □

Motivazione: …………………………………………………………………………………………

………………………………………………………………………………………………………………

Dal 17 aprile più di 1.800 prigionieri politici palestinesi hanno iniziato uno sciopero della fame a oltranza.

Per numero di partecipanti e durata, non ha eguali nella storia. Le rivendicazioni, che si inseriscono all’interno della lotta del popolo palestinese per la fine dell’occupazione israeliana, sono: - Abolizione della detenzione amministrativa. - Abolizione di tutte le forme di tortura, compreso l’isolamento. - Fine dell'imprigionamento dei bambini e delle donne. - Diritto di ricevere visite dei parenti, all’assistenza sanitaria, allo studio, etc.- Rispetto delle leggi e delle convenzioni internazionali sui diritti umani dei prigionieri all'interno delle carceri.

A un anno dalla morte di Luigi Mara.

I compagni del Centro per la Salute Giulio A. Maccacaro di Castellanza ricordano il suo straordinario contributo ai movimenti di lotta per la salute e l’ambiente. Clicca qui
Clicca qui un ricordo di Luigi Mara e Giulio Maccacaro, breve stralcio tratto dal libro “L’avventurosa storia del giornalismo di Lino Balza”.

Tavolo popolare permanente in Puglia per un acquedotto pubblico e partecipato.

Per proseguire in un percorso rivendicativo aperto, inclusivo e costruito dal basso. Clicca qui il Comitato pugliese "Acqua Bene Comune".

Riccardo Antonini licenziato per aver detto la verità sulla strage ferroviaria di Viareggio.

Ma non finisce qui: clicca l’Associazione dei Familiari delle vittime.

sabato 13 maggio 2017

Cromo in falda? Sono cazzi vostri, alessandrini. Parola di amministratore delegato Amag.

Mauro Bressan (PD): eliminarlo costa troppo, chiediamo una proroga di tre anni alla normativa statale. Gioisce la Solvay: il milione di metri cubi sotterrato può continuare tranquillamente a colare in falda.
Clicca qui Piero Bottino “Meno cromo nell’acqua? Roma chiede un miracolo: l’ad mette le mani avanti.”

Ritornano licheni e rondini dopo la chiusura nel 2014 della centrale a carbone di Vado Ligure.

Per l’inquinamento di mercurio arsenico cadmio cromo i licheni non crescevano ma le autorità facevano finta di niente e rifiutavano le indagini epidemiologiche: già 440 morti invece secondo le perizie della Procura al processo, ma altri decessi sopravvengono.

Crimine a Pomezia: diossina 700 volte superiore ai limiti di sicurezza.

Accertarti dall’Arpa nei giorni seguenti il mega rogo di matrice mafiosa. Ma durante l’incendio non c’era nessuna centralina vicino all’impianto a misurare diossina e amianto.

Ambiente delitto perfetto. A Milano nuova assoluzione amianto dopo Pirelli ed Enel.

Assolti con formula piena Cantarella e Garuzzi, ex ad e ex presidente di Fiat auto, accusati di omicidio colposo di 10 morti di mesotelioma all’Alfa Romeo di Varese. I parenti delle vittime in aula gridano: vergogna.

venerdì 12 maggio 2017

32 miliardi pagati di tasca propria per visite e infermieri.

La sanità pubblica sempre più a picco nel 2016. 25 miliardi spesi in visite mediche e accertamenti diagnostici per aggirare privatamente le liste di attesa pubbliche. Inoltre 12,6 milioni di italiani hanno sborsato altri 6,2 miliardi per farsi assistere da un infermiere a domicilio. Altri 24 milioni di pazienti hanno richiesto prestazioni a infermieri non professionali (in nero). Per le Residenze Socioassistenziali: anni di attesa e 2mila euro di retta. Per le case di riposo private (non lager): da 4mila euro mensili in su. Intanto, alla sempre maggiore carenza di medici di famiglia, si aggiungono 50mila posti di infermiere mancati. Dovrebbe esserci 1 infermiere ogni 6 assistiti, che invece sono 12; risultato: il tasso di mortalità sale del 20%.

Corruzione e traffico illecito di rifiuti attorno al depuratore di Alessandria.

8 mila metri cubi rovesciati a pochi metri dal Tanaro. Imputato principale, anche per corruzione di un consigliere, Lorenzo Repetto ex presidente della municipalizzata AMAG e braccio destro del sindaco Piercarlo Fabbio.

Clicca qui Silvana Mossano “Discarica abusiva vicino al Tanaro”. 

Non solo marce e manifestazioni dei No Tav in Val Susa.

Clicca qui il programma delle prossime iniziative.

Ambiente Delitto Perfetto. Teksid. Ennesima assoluzione amianto.

La Terza sezione penale della Corte d’Appello di Torino ha riformato la sentenza di primo grado: gli imputati della Teksid (ex Ferriere Fiat di Torino) sono stati assolti per la morte di 15 lavoratori perché il fatto non sussiste, per non aver commesso il fatto o per intervenuta prescrizione dei reati. La lotta per la salute e l’ambiente non si realizza nelle aule dei tribunali, anzi lì svanisce, come ampiamente documentato nel libro “Ambiente Delitto Perfetto”.

Festa della mamma. Test di screening neonatale allargato.

Per individuare precocemente più di quaranta patologie metaboliche rare, evitandone le peggiori conseguenze. Vademecum di prevenzione primaria e secondaria. (continua...)

mercoledì 10 maggio 2017

Ecco la nuova bomba H che arriverà in Italia.


Gli Stati Uniti hanno deciso di imbarcarsi in un programma di ammodernamento delle armi nucleari, che si stima costerà mille miliardi di dollari nei prossimi trenta anni. Il programma riguarderà anche l'Italia: verranno rimpiazzate le settanta bombe atomiche di Aviano e Ghedi. L’attuale arsenale è già in grado di cancellare la Terra: quante volte la si vuole annientare?

Clicca qui Stefania Maurizi.

Teramo e 31 Comuni della provincia senza acqua potabile.

L’Asl: l’ approvvigionamento dalle sorgenti del Gran Sasso con odore e sapore non conformi. Clicca qui.

Progetto per la costruzione sociale di un governo dei rischi sanitari-ambientali ed economici.

Col sostegno del Rettorato dell’Università degli Studi di Genova e dalla Scuola delle Scienze Sociali. Conferenza di Idriss Aberkane a Palazzo ducale. (continua)

Clicca qui la relazione di Lino Balza al Convegno ResPublica.

Animazione Sociale illustrata da Dario Fo.


Nella rivista idee preziose per operatori sociali, educatori, insegnanti. Al centro dell’inserto: come rendere possibile la relazione educativa tra adolescenti e adulti, andando oltre i reciproci pregiudizi. Clicca qui.

martedì 9 maggio 2017

Pax Christi : un congresso sulla nonviolenza a fianco di papa Francesco ma con le resistenze del sistema ecclesiastico.

La posizione dei vescovi italiani è arretrata, un freno al Papa. Occorre abolire i cappellani militari, introdurre la teologia della pace nell’insegnamento dei seminari, farla entrare nelle parrocchie, fare un Sinodo della chiesa per proporre l’Italia come ponte di pace, appoggiare la Conferenza ONU sulle armi nucleari, chiedere al governo italiano l’allontanamento dal nostro paese delle 70 bombe nucleari americane, bocciare il Libro bianco del governo contrario alla Costituzione.

Clicca qui Vittorio Bellavite, coordinatore nazionale di Noi Siamo Chiesa.

Licenza di uccidere e legittima difesa.

Cosa intende per “legittima difesa” il Movimento Nonviolento.
Clicca qui Mao Valpiana

Emergenza PFOA. La marcia a difesa della salute, dell'acqua e dei beni comuni.

 
Partenza ore 9,45 dalla piazza del Duomo di Montecchio. La sezione di Medicina democratica di Alessandria partecipa al dibattito al Municipio di Trissino, affermando la lotta comune contro gli avvelenamenti Pfoa della Miteni di Trissino e della Solvay di Spinetta Marengo.

Clicca qui Alberto Peruffo.
Clicca qui Barbara Tartaglione.

Petrella e Zanotelli a Napoli.

Siamo nati tutti uguali in dignità d diritti - abitiamo una sola Terra - l'odio non vincerà - la sovranità è del Popolo - imparare senza limiti - le armi non creano sicurezza.



Nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (LEA).

Cosa cambia nell’assistenza sociosanitaria. (continua...)

"Comunicazione e disabilità: conoscenza e approccio consapevole per un’informazione corretta”.

Seminario di formazione rivolto soprattutto ai giornalisti per una comunicazione etica e corretta che non susciti idee discriminatorie (continua...)

lunedì 8 maggio 2017

Inizio oggi un digiuno per il riconoscimento del diritto di voto a tutte le persone che in Italia stabilmente vivono.

Un digiuno a sostegno dell' "Appello all'Italia civile: una persona, un voto”, primo firmatario padre Alessandro Zanotelli, sottoscritto da numerose altre illustri personalità dell'impegno culturale, morale e civile. Clicca qui.

Terminali di rigassificazione e rischi nucleari nel golfo di Trieste.

Clicca qui Alessandro Capuzzo sulle conclusioni dell’incontro promosso da Democracy in Europe
Movement 2025 e Forum per cambiare Trieste.

Diossina e amianto da Pomezia a Roma.

Evacuazione delle case e scuole chiuse. I fumi del rogo dell’impianto stoccaggio e trattamento rifiuti speciali (plastiche) da giorni stanno scaricando e accumulando i veleni cancerogeni e indegradabili anche sui terreni e le acque a sud della capitale. La sindaco Raggi allerta 21 Comuni.
Controlli non fatti, denunce trascurate, assenza di misure di sicurezza e un torbido sistema di verifiche e garanzie attorno all’ “Eco servizi per l’ambiente”, compresa la mafia.
Clicca qui Roberto Giovannini “Enorme nuvola nera alle porte di Roma” 
Clicca qui Andrea Palladino “Dietro il rogo e la nube nera garanzie ‘made in Romania’ “

A fuoco la fabbrica di polistirolo e polipropilene espanso a Leinì, Torino.

Alla AE Curta: otto squadre di pompieri per domare la nera nube tossica, la sindaco ha dichiarato l’inagibilità della zona.

Ci mancavano solo gli oli esausti della Grassano per peggiorare il rischio della falde di Sezzadio Predosa.

Dopo aver autorizzato la discarica, la Provincia ha autorizzato la Grassano di Predosa, azienda del settore rifiuti del gruppo Riccoboni, all’installazione di un impianto di rigenerazione di oli esausti da autotrazione per 7 mila tonnellate annue. Bocciato, per ora, il secondo impianto richiesto, riferito al trattamento di acque reflue industriali.
Clicca qui Giampiero Carbone. 

Ci vuole altro che il nubifragio per fermare i No Tav della Valsusa.

Nonostante la pioggia battente, una grande manifestazione ha sfilato da Bussoleno a San Didero dimostrando ancora una volta di che pasta sono fatti i notav. 15mila valsusini, sindaci, comitati di tutta Italia (continua)

sabato 6 maggio 2017

Amianto, a Casale Monferrato progetto europeo per la cura del mesotelioma.

Utilizzati 3,8 milioni di euro, residuo delle 265 transazioni fra Eternit e vittime. L’Azienda Ospedaliera di Alessandria capofila nella sua gestione.

Clicca qui Massimo Iaretti “Accordo per una ricerca di carattere europeo”

Tre scuole su quattro ad alto rischio non sono antisismiche.

Né progettate né successivamente adeguate. Su 3.578 istituti in zona ad elevato rischio sismico solo 807 sono protette dal terremoto. Analoga situazione per quelle a medio alto rischio.

Mostra sull'amianto all'Università di Torino.

Si terrà nell'Università di Torino, Palazzo del Rettorato, via Po 17 la mostra intitolata "Le vie dell'Amianto". Partendo dalla situazione del Piemonte per estendersi al mondo intero, la mostra riporterà gli svariati aspetti della tragica storia di questo materiale tanto pericoloso, per lungo tempo estratto dalle rocce.  La mostra è a cura del Centro interdipartimentale per lo studio degli amianto e di altri particolati nocivi "G.Scansetti" e di RSA la società per il risanamento ambientale delle miniere di Balangero e Corio. Clicca qui.

E’ nelle merci la vera causa del riscaldamento planetario.

E’ nei processi della loro produzione, nell’uso che ne viene fatto e nei processi di eliminazione dei rifiuti. Se si vuole rallentare gli effetti nefasti degli inquinamenti e dei mutamenti climatici bisogna agire sulla modificazione tecnologica delle merci esistenti, sulla diminuzione della massa delle merci usate e sprecate nei paesi ricchi, perché i paesi poveri di più merci avranno bisogno, se non altro per uscire dal buio della miseria e delle malattie. Clicca qui Giorgio Nebbia.

Assurda la modifica al codice penale per allargare le maglie della “legittima difesa”.

Che gli strepiti scomposti di Lega, Fratelli D'Italia e Renzi volevano ancora più permissiva. Basti considerare che, nel totale degli omicidi, la maggior parte dei femminicidi familiari avviene proprio con armi da fuoco, più o meno legalmente detenute.

Impediamo che lo Stato ceda il patrimonio culturale italiano al mercato internazionale.

Clicca qui la petizione di Italia Nostra.

Clamoroso ritardo dell'Italia nell'auto elettrica.

Nel 2016 nel mondo sono state vendute 800.000 auto elettriche, un incremento sensibile rispetto alle 550.000 del 2015 e alle 316.000 del 2014. Di queste 800.000, in Italia ne sono vendute solo 2.560 senza variazioni rilevanti sul 2015. Olanda, Norvegia, India, Cina, Germania, hanno varato un programma ambizioso di sviluppo della mobilità elettrica, prevedendo entro un ventina di anni di sostituire una gran parte degli attuali veicoli ad energia fossile.
Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna crescono ugualmente, in modo costante. (continua)