martedì 8 agosto 2017

Se 12,2 milioni rinunciano a curarsi

è morale che la propaganda governativa racconti che gli italiani sono tutti al mare e in montagna? Fallimentare la sanità pubblica sacrificata alla sanità privata: la spesa sanitaria pubblica in rapporto al Pil è inferiore a quella degli altri Paesi europei. Mancano migliaia di medici e infermieri, liste di attesa, speculazioni mafiose.

Una persona, un voto.

Si allunga l’elenco dei sottoscrittori dell’appello per il riconoscimento del diritto di voto a tutte le persone (immigrati) che risiedono in Italia (clicca qui). Aderisci anche tu.

Otto domande alle autorità sul futuro della Val d'Agri, terra dei velENI.


L’Osservatorio Popolare pretende riscontri dopo l’incidente che ha portato allo sversamento di 400 tonnellate di greggio nei terreni adiacenti l’impianto ENI. (Clicca qui)

Si mettono anche i vigili del fuoco a inquinare il torrente?

Inquietante ipotesi: per prelevare acqua contro gli incendi avrebbero scaricato “residui” e materiali bruciati: cloruri e solfati. Vittima nell’alessandrino il torrente Ghisone: moria di pesci nella poca acqua rimasta.

Da "sindaco per caso" a "sindaco a sua insaputa".

Cuttica alla mostra “C’era una volta Cascinagrossa”
E’ il rischio che corre chi non si aspettava di essere eletto sindaco di Alessandria e che non sa che il suo compito è affrontare la più importante emergenza ambientale e sanitaria: la Fraschetta (Cascinagrossa è nella Fraschetta).

Cacciabombardieri F35 un progetto dannoso per la pace e le casse dello Stato.

Dieci anni di mobilitazioni popolari contro la follia di una spesa prevista di 18,3 miliardi per armi da guerra, in più costose (costo medio per velivolo 130,6 milioni) e inutili (lenti, superati sul piano militare) e perfino inefficienti (276 problemi tecnici) e pericolosi (per i piloti), sacrificando ai profitti dell’americana Lockheed miliardi utili alla sanità e alla scuola. Un programma ridimensionato (da 131 a 90 caccia) ma che andrebbe rottamato: abbiamo bisogno semmai di una flotta di Canadair per spegnere incendi.

Guerra dei Fuochi. Cosa sta succedendo in Campania.

Non si tratta semplicemente di piromania, bensì di un disegno criminale (continua)

Tav Valsusa. I giornali italiani fanno disinformazione pura.

Continuano a scrivere che la “pausa” dei lavori  decisa da Macron riguarderebbe la tratta francese del Tav. Invece è per il tunnel che si bloccano gli appalti. Basta leggere i giornali francesi

“Lucifero” di questo 2017 sarà un “primato” ben presto superato.

I quattordici anni più caldi della storia si sono verificati a partire dal 1998. L’accelerazione dell’aggravamento del clima non consente più traccheggiamenti.

Clicca qui le valutazioni del Il Circolo culturale “AmbienteScienze”.

Letture ambientaliste per l'estate (e per tutto l'anno) / 3

Quando Davide sconfigge Golia: 80 storie di lotte ecologiste arrivate alla vittoria, che formano sia un libro di storia dell’ambientalismo italiano, sia un manuale per conoscere metodi di lotta e comunicazione, strumenti legali, scientifici e istituzionali che si sono dimostrati utili per concludere positivamente importanti lotte ambientali. Una alternativa alla rassegnazione e all’omertà.

Letture ambientaliste per l'estate (e per tutto l'anno) / 2

Quando i Movimenti hanno subìto una sconfitta epocale (irreversibile?), la Giustizia, salvo alcune enclave giudiziarie ancora da espugnare, si è prontamente adeguata al nuovo clima politico e sociale. In 518 pagine di Storia: come Ambiente e Salute si sono ritrovati nella morsa tra Giustizia e Movimenti.

Letture ambientaliste per l'estate (e per tutto l'anno) / 1

Un giudizio di Giorgio Nebbia “Ho appena ricevuto il tuo bel libro, anzi il primo volume, con la storia del tuo impegno giornalistico e delle riviste e giornali, nati, vissuti più o meno a lungo, poi in parte scomparsi a cui hai collaborato. Considero molto importante questa storia che chiamerei "minore" non perché sia meno importante ma perché è sommersa e quasi sconosciuta nel gran chiasso di cose frivole dei nostri tempi. Nel libro non parli soltanto di te e del tuo lavoro; dalle pagine emergono vari episodi della storia dell'industria italiana, delle speranze e delle delusioni, episodi di lotte popolari narrate attraverso la seconda metà del Novecento”.

Lo stato di salute di Medicina democratica Movimento di lotta per la salute.

A quaranta anni dalla sua fondazione.
Clicca qui il Sommario della Rivista.
Clicca qui l’intervento di Lino Balza censurato dalla Rivista (Sarà pubblicato sul secondo volume del libro “L’avventurosa storia del giornalismo di Lino Balza”).

domenica 30 luglio 2017

Sotto sequestro a Siracusa gli impianti petrolchimici Esso e Isab.

Non è polvere desertica proveniente dall’Africa, come sosteneva la ministra Prestigiacomo.

Clicca qui Giuseppe Lo Bianco.

Sempre fuori di galera gli omicidi della ThyssenKrupp.

A sei mesi dalla sentenza definitiva, Espenhahn (9 anni e 6 mesi) e Priegnitz (6 anni e 3 mesi) sono protetti dalla magistratura tedesca. Tra il 5 e il 6 dicembre 2007 a Torino bruciarono vivi 7 operai.

I Comuni non possono rifiutare la carta d'identità ai profughi.

Il Prefetto censura il sindaco di Tortona: “ Il C3 o permesso di soggiorno provvisorio è un atto di identificazione e da lì si desumono i dati anagrafici attestati dalla Questura, non ci sono altri controlli da fare”.

Clicca qui Maria Teresa Marchese “ Sessanta richiedenti asilo si sono presentati in Comune per chiedere i documenti”

Ad Alessandria nessun parente raccomandato. Solo gli amici?

Il primissimo atto del neo sindaco di Alessandria è stata la delibera d’urgenza contro i mendicati. Il secondo la delibera: “Nessun affine, nessun parente fino al secondo grado legato ad un componente dell’amministrazione comunale potrà essere nominato dal sindaco nelle partecipate del Comune”. Se le nomine le fa, ad esempio, il presidente della conferenza capigruppo, sono ammesse. Sono ammesse le parentele tra consiglieri e assessori. Nessun problema per gli amici e gli amici degli amici.

Clicca qui Antonella Mariotti “Il veto di Cuttica ai parenti imbucati nelle partecipate”

Passeggiare nudi è reato "per atti contrari alla decenza pubblica"?


Tollerati nudi su manifesti, riviste e TV. Preferibile la pedofilia nelle sacrestie lontana da occhi indiscreti.

Clicca qui Francesca Soro “Passeggia nuda, multa d 3.300 euro”.

Venerdì 1 settembre nelle piazze di Alessandria con i cartelli "Fate la carità" e "Multaci tutti".

Il sindaco ritiri l’ordinanza contro i mendicanti: è illegale (oltre che immorale). Lo confermano le sentenze della Cassazione: “Non commette reato chi vive per strada con i cani in una baracca precaria di cartoni e pedane di legno. Anche se c’è una ordinanza del sindaco che lo vieta”. Addirittura: “Assolto perché il fatto non costituisce reato lo straniero senza casa che aveva rubato -in stato di necessità: per fame- cibo da pochi euro in un supermercato.”

Clicca qui La Stampa

sabato 29 luglio 2017

Faccendiere braccio destro del sindaco condannato a cinque anni e mezzo.

Per peculato e corruzione. L’ex presidente AMAG Lorenzo Repetto conta comunque sulla prescrizione, oltre a incassare l’assoluzione dal reato d smaltimento illecito di rifiuti.

Clicca qui Silvana Mossano “Era finito sotto processo per fatti del 2008 e 2009”.

I Comitati No Tav Terzo Valico non parteciperanno alle passeggiate turistiche del commissario del Governo sulle terre dei Giovi.

Entusiasti invece sindaci, associazioni sportive, escursionistiche, pro loco, partiti.

Clicca qui Piero Bottino “l’invito del commissario Iolanda Romano”.

20 miliardi (per ora) il costo totale per l'Italia dei bombardieri atomici F-35.

Gli altri alleati Nato hanno respinto il programma militare.
Clicca qui Enrico Piovesana “F-35, cade pure la balla dei post idi lavoro”

Iniziativa per inserire l'area Solvay di Spinetta Marengo tra i siti di interesse nazionale.

I SIN rappresentano aree contaminate molto estese classificate più pericolose dallo Stato Italiano e che necessitano di bonifica. Medicina democratica ha chiesto, e rinnova la richiesta al neo sindaco di Alessandria, di promuovere un Comitato scientifico internazionale considerata la complessità degli interventi di bonifica non gestibile a livello locale, preso atto delle richieste del Ministero dell’Ambiente nel processo e a maggior ragione dopo la sentenza in Corte di Assise. Alessandria sta pagando in salute l’inerzia del Comune: le bonifiche costano mediamente tra 450 mila a 1 milione di euro per ogni ettaro inquinato, pressoché tutti stanziati dai fondi statali, mentre i privati, oltre alle prescrizioni penali, finiscono per godere anche delle prescrizioni economiche. Solvay ha dimostrato di non volersi assolutamente impegnare.

Acqua, la beffa criminale si aggiunge alla tragedia.

Per decenni, l’assenza di una politica pubblica “nazionale” dell’acqua per tutto il ciclo lungo ha lasciato la via libera all’ipersfruttamento delle risorse idriche del Paese e ad una gestione disintegrata e predatrice del territorio.

Clicca qui Riccardo Petrella.

La storia siciliana ce l’ha insegnato: emigrare non è reato!

La Rete Antirazzista Catanese manifesta alla Plaia, spiaggia libera 1 per la Flotilla cittadina. I governi europei finanziano ed armano la guardia costiera libica per impedire le partenze dei migranti e Frontex sta progressivamente riducendo gli interventi di ricerca e soccorso perché considera prioritario bloccare militarmente le partenze e blindare i confini. (continua)

È davvero fallito il referendum per l'acqua bene comune?


Sì, secondo il libro “Ambiente Delitto Perfetto” (Terza edizione, prefazione di Giorgio Nebbia, copia da richiedere a linobalzamedicinadem@gmail.com ). No, secondo Luca Martinelli (continua)

La Francia ferma il Tav Torino-Lyon: cosa aspetta l’italia a fare altrettanto?

“Pausa” ordinata dal presidente Macron per il progetto finanziato al 40% dalla UE e dal 35% dall’Italia (i contribuenti italiani pagano due volte). L’annuncio è festeggiato nel corso del Festival Alta Felicità in Valsusa. (continua)

Quelli delle cause vinte – Manuale di difesa dei beni comuni.

In 250 pagine, sono raccolte, per i Libri di Gaia, 80 storie di lotte ecologiste arrivate alla vittoria, che formano sia un libro di storia dell’ambientalismo italiano, sia un manuale per conoscere metodi di lotta e comunicazione, strumenti legali, scientifici e istituzionali che si sono dimostrati utili per concludere positivamente importanti lotte ambientali.
Clicca qui l’intervista.

La morsa della repressione si abbatte sul Movimento No Tap.

Procedimenti penali avviati, decine di verbali di contestazione già stati consegnati ai cittadini che lottano contro le devastazioni del Gasdotto Trans-Adriatico ( TAP, Trans-Adriatic Pipeline) che dalla frontiera greco-turca attraverserà Grecia e Albania per approdare in Italia, nella provincia di Lecce. (continua)

Fiaccolata contro i pesticidi a Conegliano.

Un migliaio di manifestanti a Conegliano, due mesi fa tremila a Revine Lago . I pesticidi di sintesi, tutti sconosciuti all’evoluzione, sono una tecnologia nuova completamente fuori controllo e quindi pericolosa, anche perchè essi sono stati inventati e progettati a tavolino per uccidere la vita. (Continua)
Clicca qui l'opuscolo.

Tav Terzo Valico. Appalti pilotati. Cavalcavia che crollano.

E nuove condotte illecite accertate (continua)

La crisi idrica mette a nudo i danni di malagestione e privatizzazione dell'acqua.

Stop alla distribuzione dei dividendi, tutti gli utili per la ristrutturazione delle reti idriche
Clicca qui il Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua​.

Una madre e quattro figli lasciati senz'acqua dalla padrona di casa.

Clicca qui il Presidio Permanente di Castelnuovo Scrivia.

Medici per l'ambiente.

Clicca sull'immagine e leggi il nuovo numero di ISDE Italia News

Acque minerali, corsa continua: giro d’affari a 2,8 miliardi.

Ottimi i profitti del settore, dovuti a costi molto bassi in Italia (ridicoli contributi ai Comuni per concessione estrazione, vergognoso contributo per l'imballaggio in plastica che va al CONAI, il costo maggiore è la pubblicità ingannevole).L'estrazione di acque minerali è fra le cause della mancanza di acqua disponibile per gli acquedotti.. Il consumo, in 36 anni, si è più che quadruplicato: 211 litri pro capite.

Contro il MUOS: corteo e campeggio.

 
Continua la lotta contro l’installazione satellitare statunitense in Sicilia. Clicca qui

martedì 25 luglio 2017

DA GIOVEDI’ 27 A DOMENICA 30 LUGLIO A VENAUS: “FESTIVAL ALTA FELICITÀ 2017”


Le parole d’ordine sono le medesime: alta felicità a bassa velocità. A Venaus, una porzione della valle sarà interamente chiusa al traffico. Continua

Aderisci all'appello europeo per La Difesa dei Territori, la Giustizia ambientale, e la Democrazia.

Il Comitato NO GRANDI NAVI ha lanciato un Appello europeo per una mobilitazione in difesa dei territori, la giustizia ambientale e la democrazia, clicca qui. Il Movimento No TAV e PresidioEuropa No TAV hanno già aderito all’Appello. Così come la Sezione di Medicina democratica di Alessandria. Invitiamo ad ulteriori adesioni con mail a nobigship@gmail.com
Clicca qui il programma della manifestazione di settembre.Clicca qui l'evento pubblicato su Facebook

sabato 22 luglio 2017

L'appello: Andiamo in piazza con il cartello FATE LA CARITA'

 
L’appello “Andiamo in piazza con il cartello Fate la carità” (clicca qui) non è stato considerato un fatto politico locale, di Alessandria. Lo dimostrano le adesioni dall’Italia e dall’Estero in merito all’ordinanza di urgenza del neo sindaco che vieta l’elemosina con multe che arrivano a 7.000 euro. Nel giro di poche ore, alla manifestazione in piazza hanno aderito in tanti. Sono emblematiche le motivazioni politiche e culturali di chi è contro (clicca qui) piuttosto che quelle dei pro (clicca qui) che danno per scontato il commento.
Clicca qui La Stampa "No all'ordinanza contro gli accattoni"

Maxi scandalo rifiuti illeciti Sud-Nord e la ex sindaco Rita Rossa.

Se fossi in lei darei le dimissioni da consigliere capogruppo PD del Comune di Alessandria. (continua)

Clicca qui Pennatagliente "Se fossi in lei darei le dimissioni"
Clicca qui Corriereal "Se fossi in Rita Rossa darei le dimissioni"
Clicca qui Alessandria Post "Se fossi in lei darei le dimissioni"

"Alessandria in movimento" fa nomi e curricula degli impigliati nella ragnatela del maxi traffico illecito di rifiuti Sud-Nord.

A quelli noti arrestati e indagati aggiunge i responsabili di Waste Italia al cui vertice è salito l’ex presidente del CSM Michele Vietti, e degli altri “amici” del deus ex machina Paolo Bonacina, ex sindaci, ex assessori, tra cui Valerio Bonanno dell’inchiesta rifiuti “Triangolo” sulla ‘ndrangheta, A quale livello si estendono le connivenze di Bonacina in Alessandria: è tempo di smascherare il lato oscuro della gestione PD di Alessandria, questione morale che non sarà cavalcata dalla nuova giunta di centrodestra. La Fraschetta è martire usata scientemente come contenitore dello schifo comunale. Spietati e inquietanti i curricula di Ezio Guerci e Fulvio De Lucchi, che chiamano in causa Paolo Zaccone (ragioniere capo), Rita Rossa (sindaco), Franco Sofio e Gino Mamone (‘ndrangheta), Angelo Riccoboni (discariche),… (continua)

Notav Terzo valico accusa i politici alessandrini per il maxi traffico Sud-Nord dei rifiuti.

Dopo gli arresti della Procura di Brescia, l’inchiesta si allarga in Alessandria. Pesanti le accuse dei NoTav: tutti i membri dei consigli di amministrazione devono dimettersi, gli indagati sono espressione del PD, i media locali saldamente in mano al Pd non hanno quasi dato notizia dell’inchiesta, la più grave inchiesta che coinvolge la politica locale dai tempi di Tangentopoli e sembra il terzo segreto di Fatima, non c’è solo il marito della sindaca o le mazzette alle segreterie dei partiti, emergono modalità che ricordano tanto quelle della camorra in Campania, in più l’Aral è una società pubblica, tra i suoi rifiuti sporchi potrebbe esserci anche l’amianto, (continua)

E' uscito il nuovo numero di Animazione Sociale.

http://gruppoabele.musvc2.net/e/t?q=8%3dDZPVE%26H%3dN%26I%3dEfM%26J%3d9bSbF%26Q%3d2O1L_BvZv_M6_ywmu_9B_BvZv_LA4SG.6uE767E9IlO98p760.pP_BvZv_LAwKBOmK6Dv_ED0t_NkxW_XzXGe_BvZ6h7uv_LA%26k%3dIEN39L.IlP%263N%3d9fKc

venerdì 21 luglio 2017

In piazza con il cartello "fate la carità".

Mi scuso, con qualche migliaia di destinatari in Italia e all’Estero della presente lista, per questo appello di carattere locale. Il sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica, ha emesso “come primo passo” (sic) una “ordinanza di urgenza” (sic), che vieta di chiedere l’elemosina in città (in particolare nelle aree delle piazze Gobetti, Madre Teresa di Calcutta, Garibaldi, Libertà, Berlinguer). Le violazioni saranno punite con multe fino a 500 euro, fino a 3.500 se il mendicante aiuta a parcheggiare, rispettivamente fino a 1.000 e 7.000 euro se l’accattone è addirittura accompagnato da un minore anche se allattato al seno.

Nessun commento. Rivolgo un appello. A cristiani e laici. Stabiliamo un giorno in cui ritrovarci tutti a chiedere la carità. Vediamo cosa succede. Se il sindaco ci multa tutti e, siccome non paghiamo, ci trascina tutti in tribunale. Oppure se il sindaco ritira l’ordinanza.

Attendo, a questo mittente movimentodilottaperlasalute@reteambientalista.it, di ricevere l’adesione di quanti intendono partecipare alla manifestazione (chi dalle altre parti d’Italia o dall’estero non potrà partecipare fisicamente, può esprimere per iscritto la solidarietà). Grazie.

Lino Balza
foto del 2009 per analoga manifestazione

mercoledì 19 luglio 2017

Il traffico di rifiuti cambia rotta: da Sud a Nord per seppellirli o bruciarli. Coinvolti i dirigenti dei colossi Hera, A2A Ambiente e Aral.

Inchiesta dei carabinieri del Noe di Milano con la Direzione distrettuale antimafia di Brescia. Per la prima volta emerge che un flusso di immondizia smaltita illegalmente arriva da Campania e Lazio per finire non trattata anzi interrata o bruciata in Piemonte e Lombardia. Traffico illecito e associazione a delinquere finalizzata al traffico di rifiuti. Indagate 26 persone dei colossi Herambiente (gruppo Hera) e A2A Ambiente e della Aral di proprietà dei Comuni della provincia di Alessandria. La custodia cautelare è subito scattata per l’imprenditore lombardo dei rifiuti Paolo Bonacina e per il responsabile tecnico di Aral, Giuseppe Esposito. Ma l’inchiesta è destinata ad allargarsi. Bonacina era il fulcro del sistema che ha fruttato almeno 10 milioni di euro, coinvolgendo sindaci, intermediari, responsabili commerciali, trasportatori, gestori di inceneritori e discariche, nonché provocando inquinamento ambientale, alterazione del mercato, danni alle casse pubbliche.

Clicca qui tutti i particolari nel servizio di Veronica Ulivieri.

Tra le ripercussioni, per lo stop dei conferimenti all’impianto di smaltimento Aral di Castelceriolo: allarme emergenza rifiuti per 148 Comuni della provincia di Alessandria. Dove si è già dimesso l’indagato presidente-direttore Aral, Fulvio De Lucchi, “l’uomo banda”. Chieste anche le dimissioni da consigliere e capogruppo PD dell’ex sindaca di Alessandria (non rieletta il mese scorso) Rita Rossa, essendo il marito Ezio Guerci (già vicesindaco) indagato per aver ricevuto mazzetta (un Suv) quale “consulente” Aral, A2a e inceneritore di Acerra. Il “conflitto di interessi” era determinato dal fatto che Aral è posseduta al 93,52% dal Comune di Alessandria. Il Comune ora rischia un secondo dissesto.

Quelli delle cause vinte. Manuale di difesa dei beni comuni.

Lo spettacolo “Madre Terra-Quando il popolo inquinato vince” girerà l’Italia da ottobre. Chiedi il libro “Quelli delle cause vinte” a micheleboato@tin.it. Comprende anche il Manuale sui metodi di lotta nonviolenti: dall’esposto al blocco stradale. 80 vittorie ambientali raccontate dai protagonisti:
 

E la chiamano "ripresa": la povertà assoluta è salita al 12%, la disoccupazione dei giovani è al 40%.

In più, il 20% (11% in Europa) dei giovani non lavora, non studia e non cerca un impiego. Chi è assunto nella precarietà, guadagna meno del 60% del lavoratore ultrasessantenne, costretto a non cedere il posto per effetto dell’aumento dell’età pensionabile. I contratti precari sono il 23% (14% in Europa). Il 20% degli operai è nella fascia di povertà. Non si mette su famiglia prima dei 30 anni. I limitati contributi pensionistici determineranno che i giovani saranno costretti a lavorare finchè moriranno, oppure a sperare di morire prima di andare in pensione. Dunque i giovani entrano nel mondo del lavoro più tardi (o mai), per uscirne più tardi e più poveri dei genitori. A sostenere le pensioni dei quali mancheranno i contributi dei giovani.

Clicca qui Paolo Baroni “Poveri aumentati del 50% tra le famiglie giovani con figli. 4,742 milioni in povertà assoluta, 8,465 in povertà relativa, 1,292 i minori in povertà assoluta”.

"Progetto mesotelioma" va avanti.

Fortemente voluto dall’Associazione famigliari delle vittime dell’amianto, può contare su un finanziamento di 3 milioni e 800mila euro accantonati dai cittadini di Casale Monferrato attraverso le transazioni private con Stephan Schmidheiny, imputato finora clamorosamente assolto dal genocidio.
Clicca qui Silvana Mossano “Un luminare coordinerà il ‘progetto mesotelioma’”.
Ricordiamo, a chi ne farà richiesta a rete.ambientalista@gmail.com, che il ricavato dei libri “Ambiente Delitto Perfetto” e “L’avventurosa storia del giornalismo di Lino Balza” è interamente devoluto alla Ricerca per la cura del mesotelioma.

martedì 18 luglio 2017

Intendono dare il via libera all’accordo tossico UE-Canada.

La vasta e trasversale opposizione sui territori non può essere ignorata. Aderisci anche tu alla mobilitazione per bloccare la ratifica: clicca qui.
Scarica e diffondi a tutti i tuoi contatti l'ultima pubblicazione Stop TTIP Italia sulla disinformazione CETA: clicca qui.

Le complicità del Comune per l'inceneritore di Cremona.

Il Circolo “AmbienteScienze” con le altre associazioni ha condotto una dura battaglia, perdendola, perché si chiudesse in tempi brevi e certi l’inceneritore. Ora è fallita anche l’ingenua e debolissima richiesta dell’Amministrazione comunale di anticipare al 2024.
Clicca qui un commento di Benito Fiori

Siria: scegli da che parte stare.


C’è urgente necessità di medicinali e strumentazioni adeguate. Noi stiamo dalla loro parte: puoi farlo anche tu. (continua)

Acqua pubblica, il referendum è stato del tutto inutile.

Il Consiglio di Stato ha respinto, in via definitiva, i ricorsi presentati da Codacons, Federconsumatori, Associazione Acqua Bene Comune, contro il metodo tariffario approvato nel 2012 dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (Aeegsi) per calcolare la tariffa che gli utenti devono pagare ai loro gestori per la fornitura e il trattamento delle acque.
Clicca qui Sergio Marotta.

Sono aperte le iscrizioni all'Università estiva di Attac Italia

che si svolgerà a Cecina Mare (LI) il 15-17 settembre 2017. Clicca qui il programma.

“Mondo in cammino” è volontariato che si muove.

Nella recente missione di Mondo in cammino a Radinka, vicino a Chernobyl, in Ucraina, abbiamo toccato con mano, per l’ennesima volta, la grave presenza di contaminazione radioattiva nei prodotti alimentari, a ben 31 anni di distanza dall’incidente nucleare… il 90% dei bambini è ammalato con già evidenti danni genetici da contaminazione radioattiva… (continua)

Da lunedì 17 a domenica 23 luglio a Venaus ci sarà il 18° campeggio No Tav.

A cura di Doriella e Renato, clicca qui il programma delle altre iniziative in Val Susa.

Speciale agricoltura su ISDE News di luglio.

A cura dell’Associazione Medici per l’Ambiente. Clicca qui il Sommario.

In Norvegia spopolano le auto elettriche.

27,7% del mercato. Assieme alle ibride le elettriche superano inoltre la soglia del 50%. La Norvegia ha fissato come obiettivo di porre fine, nel 2025, alla vendita di auto dotate solo di un motore a combustione.

Potrebbe presto diventare realtà il “telefono” per sordociechi.

Grazie a “Parloma”, progetto sviluppato dall’Alta Scuola Politecnica (ASP) dei Politecnici di Milano e Torino, consistente in un sistema in grado di trasferire in remoto la lingua dei segni tattili, attraverso un’interfaccia basata su braccia e mani robotiche antropomorfe a basso costo (continua...)

domenica 9 luglio 2017

Miliardi di euro sottratti alla Salute delle Persone.

22,51 miliardi di euro di sprechi sulla spesa sanitaria pubblica: sovrautilizzo di servizi e prestazioni inefficaci e inappropriate, frodi e abusi, acquisti a costi eccessivi, sottoutilizzo di servizi e prestazioni sanitarie efficaci e appropriate, complessità amministrative, inadeguato coordinamento dell’assistenza. (continua...)

L'ONU ha varato un trattato per proibire gli ordigni nucleari. L'era atomica sta per finire?

Ma il voto contrario è stato degli USA. Clicca qui un commento di Alfonso Navarra, presente alla Conferenza di New York.

Se qualcuno mi avesse chiesto di fare il sindaco o l'assessore all'ambiente

avrei risposto decisamente di no. Troppo lavoro. Se qualche partito invece mi avesse chiesto di scrivergli il programma, me la sarei cavata alla svelta con la fotocopia di questa Piattaforma verde che proposi per le amministrative del 1985, purtroppo ancora attuale trenta anni dopo: 77 paragrafi in 5 capitoli: Etica politica verde, Politica urbanistica verde, Politica ambientale verde, Politica energetica verde, Politica sociale verde. Fu pubblicata su tutti i giornali. La ripropongo… a futura memoria.

Il referendum "acqua bene comune" scippato dal governo.

Sulla tabella è evidenziata la distribuzione dell’acqua potabile per uso domestico, distinguendo le forme ufficiali di gestione . Con il referendum del 2011 gli italiani scelsero il sì all’acqua pubblica bloccando la strada ai privati, poi il governo ha di fatto azzerato il referendum: i padroni del “bene comune acqua” (Acea, Hera, Iren, A2a) sono -in un processo di progressive concentrazioni- aziende quotate in borsa multiutilities (servizio idrico, energia, rifiuti) di fatto votate al profitto privato anche quando teoricamente controllate dagli enti locali. Il fallimento della privatizzazione è segnato dall’aumento delle tariffe e dal peggioramento del servizio stante i mancati investimenti (5 miliardi l’anno): su 100 litri distribuiti 39 si perdono dalle reti idrauliche colabrodo. Le gestioni interamente pubbliche sono sempre più minoranza (34 su 72).

giovedì 6 luglio 2017

Ha senso distinguere gli immigrati di guerra (regolari da accogliere) dagli immigrati economici (irregolari da respingere)?

I cosiddetti “immigrati economici” altro non sono che persone che fuggono dalla fame, dalla mancanza di risorse, dalla mancanza d’acqua, dalla desertificazione. E chi ha provocato queste povertà? Noi, i cosiddetti Paesi sviluppati, che continuano a depredare le loro materie prime e a penalizzarne i prezzi, a speculare anche sui generi alimentari, a scacciarli e rubargli le terre, a rovinargli le produzioni locali, a inquinarli, a indebitarli ulteriormente. Non sono anche queste forme di guerra? Guerre che si aggiungono a quelle militari che sempre noi occidentali abbiamo portato in tutte le parti del mondo.
Clicca qui Alain Goussot “La grande ipocrisia”

Approvato in Regione il nuovo piano cave Tav Terzo Valico.

Pur in presenza del “no” di quattro Comuni (Novi Ligure, Arquata Scrivia, Sezzadio e Pozzolo Formigaro), del “ni” della Provincia e del “se” del Comune di Alessandria. Individuati 12 siti prioritari: Tortona (Cascina Pecorara, Castello Bovo), Novi (Cascina Polidora), Pozzolo (Cascina Guendalina, Cascinone, Pelosi, Cascina Ponzana, Cascina Vassuria), Alessandria (Guarasca 1, Guarasca 2), Sezzadio (Opera Pia 2) e Bosco Marengo (Cà Bianca). I siti di riserva sono Alessandria (Cascina Bolla 2), Tortona (Montemerla), Frugarolo-Casalcermelli (Cascina Pitocca), e Novara (Cascina Bettole di Romentino e Cascina Nuova di Cerano). Ospiteranno altri 2,7 milioni di metri cubi di terre di scavo (amiantifere), oltre ai 5,3 milioni approvati in precedenza.

La California classifica il glifosato come cancerogeno.

La molecola è il principio attivo del più importante fitofarmaco (insetticida) commercializzato dalla Monsanto, la quale promette battaglia. Clicca qui.

Taranto non può restare in balia della polvere dell'Ilva fino al 2023.

Clicca qui Greenreport.it "L’Ilva ora ha un nuovo proprietario, ma gli impianti saranno a norma tra altri 6 anni. Così non va, Taranto non può restare in balia della polvere dell'Ilva fino al 2023"

Manifestazione popolare a Niscemi contro il Muos.

Mobile User Objective System è un sistema di telecomunicazioni satellitare della marina militare statunitense, composto da cinque satelliti geostazionari e quattro stazioni di terra, di cui una a Niscemi, dotate di tre grandi parabole del diametro di 18,4 metri e due antenne alte 149 metri. Sarà utilizzato per il coordinamento capillare di tutti i sistemi militari statunitensi dislocati nel globo, in particolare i droni, aerei senza pilota che saranno allocati anche a Sigonella. I cittadini No MUOS esprimono fortissime preoccupazioni riguardo le conseguenze per la salute umana, l’ecosistema, la produzione agricola, il diritto alla mobilità e allo sviluppo del territorio, diritto alla pace e alla sicurezza del territorio e dei suoi abitanti. Clicca qui.

Dal 27 al 30 luglio, festival ad alta felicità. a Venaus.


Le prossime iniziative NoTav in Valsusa.

Sabato passeggiata NOTAV, discariche, Messico, Notre Dame Des Landes, Libere differenze, Assemblea21 e aggiornamenti. Clicca qui.

3 milioni di italiani con Malattie Rare. Il 70% dei pazienti è costituito da bambini.

Che sin troppo spesso hanno difficoltà di accesso alla diagnosi e all’assistenza. (continua...)

In barba alla continuità didattica.

Il recente Contratto Collettivo Nazionale Integrativo (CCNI), relativo alle assegnazioni provvisorie dei docenti titolari delle scuole di ogni ordine e grado, aggraverà ulteriormente il problema della mancata continuità didattica per gli alunni con disabilità. (continua...)

Niente discriminazioni nei Centri Estivi Comunali.

I bambini con disabilità devono partecipare ed essere pienamente inclusi, altrimenti gli Enti Locali commettono un illecito, sanzionato con il pagamento dei danni e delle spese legali (continua...)

Un nuovo farmaco per la SLA (sclerosi laterale amiotrofica).

Circa 1.600 persone del nostro Paese ne sono affette. (continua...)

CETA, no alla ratifica: migliaia di persone protestano a Montecitorio.

L’accordo commerciale tra Unione Europea e Canada causerebbe danni sostanziali all’agricoltura italiana, alle produzioni di qualità, ridurrebbe i diritti del lavoro e aprirebbe all’importazione di sostanze chimiche vietate e combustibili inquinanti, minando conquiste sociali e standard ambientali. (continua)

È nata l’Alleanza Italiana per le Malattie Rare.

Con l’obiettivo di favorire un circolo virtuoso di collaborazione tra la società civile e il mondo politico istituzionale, finalizzato a una migliore organizzazione dell’intero settore delle Malattie Rare e dei cosiddetti “Farmaci Orfani”. (continua...)

venerdì 30 giugno 2017

Decide l'astensione: la sindaco bocciata per non aver affrontato l'emergenza sanitaria ambientale più importante. E il neo sindaco la conosce?

In due raggiungono il 40% dei voti
Le proposte elaborate da Medicina democratica sono sempre a disposizione su come affrontare concretamente l’emergenza Solvay. I numeri elettorali parlano chiaro (continua)

Clicca qui Pennatagliente "Chi vince chi perde nel gioco delle tre carte"
Clicca qui Corriereal "Elezioni Alessandria: chi vince chi perde nel gioco delle tre carte"

Un'emergenza idrica che fa acqua da tutte le parti.

La cosiddetta “emergenza idrica” (diminuzione della disponibilità d'acqua, crollo delle precipitazioni e delle portate di fiumi e sorgenti, aumento delle temperature medie) viene da lontano: è provocata dalla cattiva gestione e dalla privatizzazione ma si continua a far finta di nulla e a insistere su progetti che rischiano di devastare quanto rimane del residuo patrimonio idrico italiano.
Clicca qui il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua.

Non è un paese per giovani.

Clicca qui l’indice dell’ultimo numero del mensile “Granello di sabbia”.

Giornata Mondiale della Sclerodermia (sclerosi sistemica).

Numerosi ospedali stanno effettuando test gratuiti di prevenzione di questa malattia cronica e progressiva. (continua...)

Cos'è oggi Chernobyl a 30 anni dalla tragedia.

Quando la radioattività raggiunse livelli 100 volte superiori a quelli di Hiroshima e Nagasaki. (continua)

La nuova legge sfascia parchi.

Indignate le associazioni naturaliste a ambientaliste, soddisfatta Legambiente.
Clicca qui Vittorio Emiliani “Legge sui parchi, salto indietro di quarant’anni”.

Le prossime iniziative in Val Susa.

Sciopero Comdata, Cavallerizza, Ex Moi, antinucleare, Festa NOTAV Almese, SI Cobas, Assemblea21 e aggiornamenti. Clicca qui.

Esiste dal 1998 il Contrassegno Unico Disabili Europeo.

Sono i Comuni a disattendere la norma. (continua...)

Gli scienziati sono preoccupati per il rapido aumento delle emissioni di CO2 in concomitanza con la loro stabilizzazione: sono cambiate le spugne naturali che assorbono le nostre emissioni del gas serra CO2.

E' la sintesi fatta dal New York Times dell'articolo firmato da Justin Gillis di cui troverete il link in fondo dopo il riassunto di Nadia Simonini. (clicca qui).

mercoledì 28 giugno 2017

Ci viene a mancare Vincenzo Fasciolo.


Grande combattente per l’ambiente, fu tra i fondatori dell’AFA (Amici delle ferrovie e dell’Ambiente) di cui era il tesoriere. Clicca qui un ricordo di Antonello Brunetti.

Viareggio non dimentica. 8° anniversario della strage ferroviaria.

Quando persero la vita 32 persone e altre centinaia rimasero ferite. (continua)

Presentazione del libro "Quelli delle cause vinte" e concerto di D'Amico.

 
Video di presentazione del libro “Quelli delle cause vinte” e il concerto di canzoni ecologiste e venete. Per ordinare il libro (250 pagine 81 storie) basta versare solo 5 euro (spedizione gratuita) su cc postale 29119880 o con bonifico bancario Iban IT72A0306902120074000075760 intestati a Ecoistituto del Veneto - Mestre scrivendo bene l'indirizzo a cui spedire la/le copia/e.

XII Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza.

Uno degli ultimi tabù medici da sconfiggere, problema culturale, sociale ed economico che colpisce in Italia ben 5 milioni di persone, anche in giovane età (continua...)

400.000 nel mondo, 6.000 in Italia le persone con SLA (sclerosi laterale amiotrofica): chiedono un’assistenza adeguata.

Il messaggio nella giornata mondiale SLA. (continua...)

lunedì 19 giugno 2017

Voto ambientalista.

Al ballottaggio si può votare il candidato sindaco che finalmente assuma formalmente questi seguenti impegni consapevoli che la questione Fraschetta è l’emergenza ambientale e sanitaria più importante per Alessandria, a conoscenza delle proposte concrete e particolareggiate elaborate da Medicina Democratica:

a) Il Comitato scientifico internazionale per la bonifica della falda sottostante la Solvay di Spinetta Marengo, altrimenti i palliativi in corso non impediranno nei secoli a venire il percolamento in falda di cromo e altri 21 veleni cancerogeni sotterrati per un milione di metri cubi.

b) Il Monitoraggio di massa del cancerogeno e teratogeno PFOA (e sostituto) sia nelle acque che nel sangue, alla stregua di quanto sta facendo per decine di migliaia di cittadini la Regione Veneto su iniziativa dei Comuni: con risultati epidemiologici allarmanti, in particolare sui bambini. Le analisi devono essere tassativamente di matrice pubblica (Asl, Arpa) mentre ad es. oggi il sangue viene privatamente analizzato dalla sospettabile Solvay su alcuni lavoratori (con responsi comunque allarmanti).

c) L’Indagine epidemiologica della Fraschetta che, opportunamente finanziata, finalmente integri e completi quelle parziali che già in questi anni hanno evidenziato dati di malattie e morti impressionanti, a cominciare dai bambini.

d) Il Piano di sicurezza emergenza evacuazione soccorso del polo chimico di Spinetta Marengo discusso e approvato democraticamente con tutta la popolazione a rischio.

martedì 6 giugno 2017

Eni di Viggiano: benzene 2.380 volte i limiti di soglia, toluele 39 volte, manganese 12mila, idrocarburi 9.800.

Effetto di 400 tonnellate di greggio fuoriuscito in suolo e acqua. E’ un impianto che non va assolutamente riaperto: affermano i movimenti Nuovo Senso Civico e Intercomunale Lucania.

Clicca qui Antonio Massari e Mariateresa Totaro “I dati dell’Eni sul Centro Oli di Viggiano: Falda inquinata”.

Sempre più adesioni all'appello"Una persona, un voto" per il riconoscimento del diritto di voto a tutte le persone residenti in Italia.

Sono 5milioni di contribuenti che rispettano le leggi. Il progetto di legge è stato formulato dall'Anci, l'Associazione Nazionale dei Comuni d'Italia.

Clicca qui il testo dell'appello con le prime adesioni.

Per adesioni: centropacevt@gmail.com, crpviterbo@yahoo.it

In Sardegna, animali deformi e sterminati, colture avvelenate dalla fluorite della Fluorsid di Assemini.

Non era sabbia del Sahara confusa dall’Arpa, bensì di fluorite quel polverone bianco che copre i pascoli delle greggi: sembra di essere sulla luna. L’indagine del Corpo forestale ha scoperto quattro discariche clandestine accanto a discariche di fanghi tossici e amianto, veleni nel canale che sfocia nell’oasi faunistica di Santa Gilla, i fenicotteri sono fuggiti, latte e cozze e vongole sono invendibili, le serre smantellate. C’è perfino traccia di fluorosilicato, capace di procurare morte immediata. Nove gli indagati, sette gli arresti. Continua

Le cave della ditta Allara sono le favorite per lo smaltimento degli scavi del Tav Terzo Valico.

Clicca qui il comunicato di Comitati di Base della Valle Bormida, Sezzadio per l’Ambiente, Comitato Agricoltori della Valle Bormida e Comitato Vivere a Predosa.

domenica 4 giugno 2017

Una domanda che è stata posta alla Redazione del Blog.

Avete evidenziato una motivazione (condivisibile, peraltro) per non votare sindaco il candidato Tizio o Caia, ma insomma secondo voi chi dovremmo votare?”. Risposta: Purtroppo la scelta cadrà ancora una volta sul meno peggio. Il meglio sarebbe chi considera la salute il bene più prezioso da tutelare, e dunque considera la Fraschetta l’emergenza ambientale e sanitaria più importante da affrontare secondo impegni ben precisi (noi le proposte le abbiamo elaborate).

L’emergenza ambientale e sanitaria più importante per Alessandria.

Il Piccolo, con diretta streaming di Radio Gold, organizza per mercoledì 7 giugno ore 21, in sala Ferrero del Teatro comunale, un confronto tra gli 8 candidati sindaco di Alessandria. Come da invito, Medicina democratica ha trasmesso al giornale alcune domande da rivolgere ai partecipanti:
 
A tutti: 
Se il candidato ritiene che la questione Fraschetta sia l’emergenza ambientale e sanitaria più importante per Alessandria, quali azioni più urgenti intende promuovere: 
  1. Comitato scientifico internazionale per la bonifica della falda sottostante la Solvay di Spinetta Marengo, altrimenti i palliativi in corso non impediranno nei secoli a venire il percolamento in falda di cromo e altri 21 veleni cancerogeni sotterrati per un milione di metri cubi.
  2. Monitoraggio di massa del cancerogeno e teratogeno PFOA (e sostituto) sia nelle acque che nel sangue, alla stregua di quanto sta facendo per decine di migliaia di cittadini la Regione Veneto su iniziativa dei Comuni: con risultati epidemiologici allarmanti, in particolare sui bambini. Le analisi devono essere tassativamente di matrice pubblica (Asl, Arpa) mentre ad es. oggi il sangue viene privatamente analizzato dalla sospettabile Solvay su alcuni lavoratori (con responsi comunque allarmanti).
  3. Indagine epidemiologica della Fraschetta che, opportunamente finanziata, finalmente integri e completi quelle parziali che già in questi anni hanno evidenziato dati di malattie e morti impressionanti, a cominciare dai bambini.
  4. Piano di sicurezza emergenza evacuazione soccorso del polo chimico di Spinetta Marengo discusso e approvato democraticamente con tutta la popolazione a rischio.  
N.B. Su tutti i punti Medicina Democratica ha elaborato proposte concrete e particolareggiate di soluzione.
 
A Rita Rossa: Non ritiene di aver meritato il Premio Attila 2016 (213 preferenze su 429 votanti) non avendo ottemperato a nessuno dei suddetti punti?

Lino Balza è Socio fino al Congresso.

Da più parti, soprattutto fuori Alessandria, vi è chi ha interpretato che sono uscito da “Medicina democratica”. Non è così. E’ vero che, al terzo Congresso inconcludente, ho alzato le braccia: l’Associazione già di Maccacaro è irriformabile, il “Movimento di lotta per la salute” ha patito una mutazione genetica esautorando le Sezioni territoriali. E’ vero che dopo 40 anni ho dato le dimissioni dal Consiglio Direttivo essendo state tradite le Vittime Parti civili al processo Solvay di Alessandria e la storia stessa di Medicina democratica. E’ però vero che -contraddizione in termini- ho assecondato quanti mi chiedevano di restare Socio fino al Congresso 2018, convinti che con un cambio di Presidenza sia possibile una riforma con una svolta di 180 gradi. Per quanto riguarda il dettaglio delle sofferte dimissioni, si può leggere il link https://www.scribd.com/document/350043784/Generale-a-Particivili della Lettera che ho recapitato a ciascuna Vittima Parte Civile. Tale lettera è stata inclusa in Appendice alla terza edizione del libro “Ambiente Delitto Perfetto”.

In stampa “L'avventurosa storia del giornalismo di Lino Balza”.

 
La Storia raccontata dal basso, con quei particolari che sfuggono allo studioso. Le radici culturali e sociali di tanti piccoli protagonisti. Il giornalismo a servizio di ambiente e salute.
Il libro è stato stampato a cura dell’autore. I proventi saranno interamente devoluti a “Ricerca cura mesotelioma”. Dello stesso autore, il libro “Ambiente Delitto Perfetto”. Richiedili entrambi a linobalzamedicinadem@gmail.com


L'Altra Parata per la Festa della Repubblica.

La vera parata è stata quella del popolo sovrano, della società civile, che vuole manifestare e vivere i valori fondamentali della Costituzione, quella che ripudia la guerra.

Clicca qui il comunicato conclusivo della Festa Alternativa pacifista e solidale.

Ilva: licenziamenti come "risarcimento" dei tumori.

La vendita dell'Ilva al miglior offerente (ArcelorMittal) si traduce in 6.000 operai in esubero, dopo che per decenni sono stati falcidiati dai tumori. Se i sindacati vorranno ridurre gli “esuberi”, dovranno accettare l'abbattimento dei salari. Incassato l’esonero da ogni controversia legale in fatto di tutela ambientale, i nuovi padroni offrono la miseria di 25 milioni per investire in “salute, sicurezza, ambiente”, mentre annunciano che la sola copertura dei parchi minerari (da cui si alzano le polveri che uccidono i lavoratori tarantini) richiederà ben cinque anni, contro i due previsti dal piano ambientale originario.